Che in queste settimane stia tornando di moda e prendendo consistenza la suggestione di un possibile ritorno di Mina in Rai, magari per la settantesima edizione del Festival di Sanremo, magari con un ruolo da direttore artistico, è cosa nota. E non sembra casuale, in questo scenario, che dal servizio pubblico arrivino omaggi e approfondimenti in onore della tigre di Cremona.

Lo speciale curato da Pino Strabioli "In Arte Mina", che andrà in onda su Rai3 in prima serata nel giorno di pasquetta sembra, in questo senso, quasi un evento televisivo a orologeria, coincidente proprio con i giorni nei quali le voci su un corteggiamento a Mina da parte della Rai si fanno sempre più insistenti.

Lo speciale di Strabioli, d'altronde, arriva dopo il grande successo di pubblico e critica per il suo "Grazie dei fiori", appuntamento di Rai 3 che va sempre più imponendosi come tradizionale in quel periodo dell'anno coincidente con i mesi del Festival di Sanremo. Il programma sembra aver trovato quest'anno una miscela perfetta tra racconto per immagini, grazie ad un utilizzo sapiente dei materiali di archivio Rai, e di racconto parlato, grazie alla partecipazione di Gino Castaldo e al contributo dei protagonisti di quelle stagioni musicali raccontate dal programma televisivo.

Facile pensare che "In Arte Mina" sarà costruito con un approccio simile. A confermarlo proprio Pino Strabioli, che ha raccontato nei giorni scorsi a Tv Sorrisi e Canzoni come è nata l'idea della trasmissione e come sarà strutturato il programma: "Dopo il successo dello speciale su Patty Pravo trasmesso lo scorso anno ci tenevo a raccontare la vita e la carriera di questa regina della musica. Ho sottoposto l’idea a Massimiliano Pani, il figlio, che l’ha subito appoggiata. Durante la serata avremo il contributo di immagini di repertorio della Rai e di numerosi ospiti."