La Partita del Cuore si farà anche quest'anno, con un'edizione speciale 2020 ricca di novità che vedrà, tra le altre cose, i protagonisti dividersi in quattro squadre e omaggiare la manifestazione ai lavoratori dello spettacolo settore fortemente colpito dagli effetti del Covid.

La formula dell'edizione 2020

L'edizione 2020 si terrà il 3 settembre allo stadio Bentegodi di Verona e alla conduzione ci sarà Carlo Conti e avrà una formula innovativa ideata da Gianmarco Mazzi e Gianluca Pecchini per la Nazionale Cantanti, presieduta da Enrico Ruggeri. Quattro le squadre, che si sfideranno in due partite da 30 minuti, con le due vincitrici che si contenderanno la finale. Saranno capitanate rispettivamente da Alessandra Amoroso, Raoul Bova, Gianni Morandi e Salmo, che dovranno costruire le compagini grazie all'aiuto dei social, della Rai e di Rtl 102.5, selezionando i vari artisti che parteciperanno alla serata. "Un quadrangolare con grande apertura al mondo femminile- ha detto Enrico Ruggeri al Corriere – dedicato ai lavoratori dello spettacolo e a sostegno della loro categoria, duramente penalizzata dal lockdown". Non è ancora chiaro se sarà possibile permettere al pubblico la partecipazione all'evento di quest'anno.

La storia della partita del cuore

La Partita del Cuore giunge così alla sua ventinovesima edizione e si tratta di una delle manifestazioni benefiche più longeve del panorama italiano. La manifestazione ha avuto come storico volto di riferimento quello di Fabrizio Frizzi, che ha puntualmente condotto le varie edizioni disputate nei principali stadi italiani davanti a un numeroso pubblico. Oltre a Ruggeri e Gianni Morandi, protagonisti fissi della Partita del Cuore sono cantanti come Eros Ramazzotti, Luciano Ligabue, Biagio Antonacci, Luca Carboni e tanti altri. La formula, sin dalla prima edizione ha previsto che la Nazionale Cantanti affrontasse squadre di diversa tipologia, composte da personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport.