Il monologo sull'olocausto di Edoardo Leo a La musica che gira intorno è un inno all'umanità. L'attore, sul palco di Rai 1, ha ricordato l'avvicinarsi del Giorno della Memoria, il 27 gennaio, raccontando quando nello stesso giorno di 76 anni fa veniva liberato "un posto dell'orrore", e abbattuti i cancelli di Auschwitz. In un altro campo di concentramento, quello di Bergen-Belsen lo stesso dove morì Anna Frank, successe qualcosa di "assurdamente umano", recita Leo. Quando gli inglesi lo liberarono, alle donne fu consegnata una quantità ingente di rossetto, "fu un gesto di pura, incontaminata intelligenza". Un inno alla libertà, al femminismo e alla voglia di "essere umani". Edoardo Leo si dipinge le labbra di un rossetto rosso: "Io credo negli esseri umani, ma soltanto in quelli che hanno il coraggio di essere umani". 

Marco Mengoni canta ‘Esseri Umani'

Marco Mengoni entra in scena e sullo sfumare del monologo partono le note di Esseri Umani, il suo successo del 2015, senza tempo. Le parole del brano sono un appello ottimista a riscoprire il significato più autentico dell'essere umani e ben si allineano con il monologo sulla Shoah di Edoardo Leo. Subito dopo la messa in onda del loro momento, Marco Mengoni ha ringraziato su Twitter l'attore e Fiorella Mannoia, entrata in scena per continuare la performance con un emozionante duetto: "Non siamo soli a combattere questa realtà Edoardo e Fiorella, grazie!". 

La musica che gira intorno, gli ospiti della prima puntata

Sono due gli appuntamenti, venerdì 15 e venerdì 22 gennaio in prima serata su Rai1, con Fiorella Mannoia che alternerà momenti di musicali a spazio di puro intrattenimento de ‘La musica che gira intorno‘. La prima è una puntata ricchissima di ospiti eccezionali: Claudio Baglioni, Alessandro Siani, Francesco De Gregori, Antonello Venditti, Giorgio Panariello, Marco Mengoni, Marco Giallini, Giorgia, Edoardo Leo, Andrea Bocelli, Sabrina Impacciatore, Achille Lauro, Gigi D'Alessio, Ambra Angiolini, Samuele Bersani, Flavio Insinna e Luciano Ligabue.