5.720 CONDIVISIONI
11 Giugno 2020
09:00

La mamma di Denise Pipitone: “Sappiamo chi sono i colpevoli, fu controllata una casa sbagliata”

La svolta nel caso della piccola Maddie McCann ha inevitabilmente riportato alla mente il caso analogo di Denise Pipitone, la bambina scomparsa nel 2004 a Mazara del Vallo. La madre Piera Maggio non si è mai rassegnata ed è intervenuta in diretta durante la puntata di Chi l’ha visto andata in onda mercoledì 10 giugno affinché si continui a indagare sulla sparizione della figlia: “Non abbiamo delle persone preposte a lavorare alla scomparsa di un bambino piccolo e agire nell’immediatezza. Noi sappiamo chi sono i colpevoli, lottiamo fino alla fine per la verità e la giustizia”.
A cura di Stefania Rocco
5.720 CONDIVISIONI

Con le recenti novità sul caso della scomparsa della piccola Maddie McCann, si torna a pensare insistentemente a un altro caso analogo avvenuto nel 2004 a Mazara del Vallo, in Sicilia: la sparizione di Denise Pipitone. A lottare strenuamente affinché la figlia sia ritrovata è Piera Maggio, madre instancabile che non ha mai smesso di cercare la piccola Denise. Intervenuta a Chi l’ha visto nella puntata andata in onda mercoledì 10 maggio, la donna si è detta propensa a pensare ci siano stati degli errori nelle indagini: “I primi momenti sono fondamentali. Fu controllata una casa sbagliata”. Piera sostiene di sapere chi siano le persone colpevoli della scomparsa della figlia:

Non abbiamo delle persone preposte a lavorare alla scomparsa di un bambino piccolo e agire nell’immediatezza. Spero che qualcuno si metta una mano sulla coscienza, mi rivolgo a chi sa e non parla. Le indagini si devono fare lontano da parenti e conoscenti. Noi sappiamo chi sono i colpevoli, lottiamo fino alla fine per la verità e la giustizia. Andiamo avanti e continueremo.

Piera Maggio convinta che Denise Pipitone sia ancora viva

Piera si batte affinché sul caso della sparizione di Denise si continui a tenere la guardia alta. È certa che sua figlia sia viva e che le ricerche per ritrovarla debbano proseguire: “Non sto dicendo che mia figlia è morta, sto dicendo chi ha sequestrato mia figlia potrebbe essere un potenziale assassino. Andremo avanti. Denise non è sparita nel nulla, è stata sequestrata sotto casa mia e non è stato un rom qualsiasi. Chi l’ha presa sapeva molto bene quello che faceva”.

La scomparsa di Denise Pipitone

Denise è scomparsa da Mazara del Vallo (Trapani) la mattina dell’1 settembre 2004 mentre giocava nei pressi dell’abitazione della nonna. Sul blog cerchiamodenise.it, a proposito della mattina della sparizione, si legge: “Appena il tempo di servire in tavola la pasta per il pranzo e Denise Pipitone era sparita dal marciapiede davanti alla porta di casa dove stava giocando. la scomparsa è avvenuta intorno a mezzogiorno dell'1 settembre 2004 a Mazara del Vallo (Trapani) in via Domenico La Bruna, angolo, via Castagnola, che porta velocemente all'autostrada. Denise ha svoltato l'angolo della strada, per rincorrere un cuginetto, dove abita una zia della bambina che ha riferito di averla vista l’ultima volta intorno alle 11,45 fare capolino e poi tornare verso casa, dove non vi ha fatto ritorno, il tutto è successo in pochi minuti”.

5.720 CONDIVISIONI
Nuzzi: "A Quarto Grado parleremo di Denise Pipitone", Piera Maggio gli aveva chiesto di non farlo
Nuzzi: "A Quarto Grado parleremo di Denise Pipitone", Piera Maggio gli aveva chiesto di non farlo
Caso Denise Pipitone, giornalisti Rai aggrediti e minacciati: "Vi ammazzo, non ho niente da perdere"
Caso Denise Pipitone, giornalisti Rai aggrediti e minacciati: "Vi ammazzo, non ho niente da perdere"
La Casa di Carta, il nome sbagliato di Denver nella quarta stagione: “Ha mentito a Monica”
La Casa di Carta, il nome sbagliato di Denver nella quarta stagione: “Ha mentito a Monica”
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni