Marina Di Guardo, scrittrice nota soprattutto per essere la mamma di Chiara Ferragni, è stata ospite del programma di Piero Chiambretti, "CR4 – La repubblica delle donne", nella puntata del 23 gennaio. Intervenuta per presentare il suo nuovo thriller, "La memoria dei corpi", la Di Guardo ha finito inevitabilmente per parlare soprattutto della sua celebre figlia, riguardo alle consuete polemiche che investono lei e il marito Fedez. In particolare, la coppia è spesso attaccata per la sovraesposizione mediatica cui è sottoposto il figlio Leone, che secondo alcuni verrebbe sfruttato con continui post social. La nonna del bimbo ha voluto chiarire un punto:

Chiara e Fedez non prendono soldi per il bambino, non hanno un contratto con dei brand. Condividono foto come fa chiunque. Cè anche chi sceglie di non mostrare i figli, è vero, ma moltissimi altri lo fanno.Sono una coppia figlia del loro secolo. Loro propongono un ideale di famiglia.

I valori proposti dai Ferragnez

Marina Di Guardo ha continuato, difendendo a spada tratta figlia e genero: "In un mondo di nichilismo imperante, senza valori, questi ragazzi, presentano dei valori. Chiara ha carisma, ha grande capacità comunicativa. Lei è andata ad Harvard a parlare del suo blog, ed è diventata un case study; è apparsa su Forbes tra gli Under 30 migliori al mondo. Chiara e Fedez hanno fatto grandi cose e hanno un bambino che amano molto. Questo bambino dà input incredibili, comunica i valori della famiglia, dell'affetto. Ricordiamocelo, invece di polemizzare".

Per Roberto D'Agostino la Ferragni è una nullità che non sa fare niente

Non la pensa così Roberto D'Agostino, anche lui ospite del programma di Chiambretti. Lo storico direttore del sito Dagospia non ha risparmiato frecciatine alla fashion blogger più famosa d'Italia, tanto che è scoppiato un vivace battibecco con la Di Guardo: "Chiara Ferragni sa comunicare? Lei è il suo corpo, punto. Non ha bisogno di parole, e non è da tutti avere quel quid. Però non venitemi a dire che propone dei valori. Ma quali valori? È una nullità, non sa fare niente". "Questa è la dimostrazione dell'invidia. So già che ora mi dedicherà un sacco di articoli contro, faccia pure", ha chiuso la Di Guardo.