Corrado Mantoni è scomparso l'8 giugno del 1999. Volto indimenticato della televisione italiana, uno dei conduttori più amati di sempre, è morto 20 anni fa ma ancora oggi la Tv porta la sua traccia, visto che il suo programma più noto, "La Corrida", va ancora in onda su Rai1 dopo il rilancio avvenuto nella scorsa stagione. A conferma di un modello televisivo che gode ancora di una sua freschezza, Canale 5 ha deciso di rendere omaggio al grande Corrado riproponendo gli spezzoni delle storiche edizioni del "La Corrida" su Canale 5 proprio l'8 giugno 2019, quando saranno trascorsi 20 anni dalla scomparsa del noto conduttore.

Non sono stati resi noti i particolari del programma, ma è molto probabile che lo speciale di Mediaset sia una raccolta del meglio delle dieci edizioni televisive de La Corrida. La trasmissione di Corrado raggiunse la tv nell’estate '86 dopo essere nata come un programma principalmente radiofonico. Su Canale 5 la trasmissione è andata in onda dal 1986 al 1997, condotta prima da Corrado e poi, dal 2002 al 2009 da Gerry Scotti, per poi passare nelle mani di Flavio Insinna nel 2011. Nel 2018, a cinquant'anni dal debutto radiofonico, La Corrida è tornata in onda con la conduzione di Carlo Conti. Se la prima edizione ha riscontrato degli ascolti plebiscitari, non si può dire lo stesso della seconda stagione, che ha sofferto molto la concorrenza di Canale 5.

A testimonianza del fatto che La Corrida sia stata senza ombra di dubbio il vero "capolavoro televisivo" di Corrado Mantoni, il presentatore decise di congedarsi dalla conduzione televisiva durante l'ultima puntata della sua Corrida. Era il dicembre del 1997 e Mantoni, sul finire della trasmissione, recitò una poesia di commiato con gli occhi visibilmente lucidi, all'insaputa di tecnici, autori e produttori.