337 CONDIVISIONI
4 Aprile 2018
19:58

La Corrida torna dal 13 aprile, tutto quello che c’è da sapere sulla nuova edizione di Carlo Conti

Date e dettagli sulla nuova edizione dello storico programma per “dilettanti allo sbaraglio” inventato da Corrado, che sbarca per la prima volta su Rai1.
A cura di Valeria Morini
337 CONDIVISIONI

La Corrida torna ufficialmente con una nuova edizione condotta da Carlo Conti su Rai1 e ha finalmente una data d'inizio: il programma per dilettanti allo sbaraglio, nato quando ancora non si parlava di talent show, partirà da venerdì 13 aprile, come annunciato da Tv Sorrisi e Canzoni. Dovrebbero andare in onda 6 puntate, fino al 18 maggio.

La Corrida di Carlo Conti fedele al modello di Corrado

Come sarà la nuova Corrida? Ci pensa lo stesso Carlo Conti a spiegarlo, in una recente intervista sempre a Tv Sorrisi e Canzoni. Il conduttore, che in questi giorni è tornato anche al timone de L'Eredità al posto del compianto Fabrizio Frizzi, ha assicurato che la nuova edizione (la ventesima nella Storia televisiva)  sarà "Fedele a quella di Corrado, con tutti gli elementi tradizionali: i dilettanti allo sbaraglio, il pubblico con le pentole, i fischietti e i campanacci per dimostrare approvazione o disapprovazione. L’orchestra del maestro Pinuccio Pirazzoli (al posto del grande Roberto Pregadio, scomparso nel 2010, ndr), il semaforo che al verde fa scatenare il pubblico".

La valletta è Ludovica Caramis

Nella nuova edizione tornerà anche la figura della valletta ufficiale, che sarà affidato a Ludovica Caramis, già professoressa per anni a “L’eredità”: "Bella, elegante e professionale", racconta Conti, "Poi in ogni puntata prenderò una signora dal pubblico per farla diventare la “valletta per una sera” che farà da contraltare a Ludovica. E sceglierò alcune persone dal pubblico che manderò in sala prove, dove prepareranno un improbabile balletto con il coreografo Fabrizio Mainini, per poi esibirsi sul palco insieme al vero corpo di ballo".

I concorrenti de La Corrida

Almeno 5mila sono gli aspiranti "dilettanti allo sbaraglio" che hanno sostenuto i provini organizzati in tutta Italia: "A parte i rapper che allora non c’erano, ritroviamo i “classici” suonatori di ascelle, i cantanti (sono la maggior parte), i ballerini bravi e quelli che restano immobili, i raccontatori di barzellette che non fanno ridere nessuno… In alcuni casi non si capisce se sia il pubblico a prendere in giro i concorrenti o se siano loro a prenderci in giro tutti. Cos’hanno in comune? La voglia di divertirsi e di divertire, di mettersi in gioco. Quella leggerezza che è rimasta soprattutto nella provincia italiana, fatta di gente che lavora tutta la settimana e che per un giorno gioca a diventare protagonista in tv".  Il programma, creato da Corrado insieme al fratello Riccardo Mantoni, andò in onda per l'ultima volta nel 2011 con la conduzione di Flavio Insinna. Fino ad ora è sempre stato trasmesso da Canale 5 (dopo gli anni in radio dal 1968 al 1979): al timone ci fu Corrado dal 1968 al 1997, e poi Gerry Scotti dal 2002 al 2009.

337 CONDIVISIONI
La Corrida di Carlo Conti vince la gara degli ascolti tv di venerdì 27 aprile 2018
La Corrida di Carlo Conti vince la gara degli ascolti tv di venerdì 27 aprile 2018
Carlo Conti:
Carlo Conti: "Riprendere L'Eredità è stata una delle cose più difficili della mia vita"
Boom di ascolti per 'La Corrida' di Carlo Conti, i dilettanti allo sbaraglio battono 'Il segreto'
Boom di ascolti per 'La Corrida' di Carlo Conti, i dilettanti allo sbaraglio battono 'Il segreto'
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni