Un calo fisiologico era preventivabile, dopo il boom di ascolti della prima puntata della Corrida, determinato soprattutto da un'attesa al di sopra della norma da parte del pubblico. Ma anche nella seconda puntata l'esperimento revival di quello che è forse il programma più apprezzato (oltre che imitato) della storia della televisione italiana, il successo dell'operazione viene confermato. Più di 5 milioni di telespettatori hanno seguito la puntata del 20 aprile de La Corrida, che la Rai ha affidato a Carlo Conti dopo le gloriose stagioni di Corrado (che ne è l'inventore), e poi di Gerry Scotti e Flavio Insinna.

Il calo de La Corrida dopo la prima puntata

Niente a che vedere, naturalmente, con il 27% di share e i quasi 6 milioni medi della puntata del debutto, ma va precisato che il venerdì resta una serata televisiva complessa, con un pubblico frastagliato da una programmazione molto diversificata tra talk, intrattenimento e politica. Dati questi elementi, il successo del ritorno de La Corrida pare, al momento, assolutamente innegabile. A seguire, nel dettaglio, gli ascolti della prima serata del 21 aprile.

Ascolti venerdì 20 aprile 2018

Su Rai1 La Corrida ha conquistato 5.071.000 spettatori pari al 23.5% di share. Su Canale 5 Il Segreto ha raccolto davanti al video 2.123.000 spettatori pari al 10.5% di share. Su Rai2 Nemo – Nessuno Escluso ha interessato 864.000 spettatori pari al 4% di share. Su Italia 1 Sei su Scherzi a Parte ha intrattenuto 1.075.000 spettatori (5.7%). Su Rai3 La Gente che sta Bene ha raccolto davanti al video 1.150.000 spettatori pari ad uno share del 4.8%. Su Rete4 Quarto Grado totalizza un a.m. di 1.052.000 spettatori con il 5.7% di share. Su La7 Propaganda Live ha registrato 770.000 spettatori con uno share del 4.2%. Su TV8 Alessandro Borghese – 4 Ristoranti ha segnato il 2.4% con 520.000 spettatori mentre su Nove Fratelli di Crozza ha catturato l’attenzione di 1.178.000 spettatori (4.9%).