Ospite di Silvia Toffanin a Verissimo, Jonathan Kashanian torna sull’argomento paternità a proposito del quale si era già esposto durante la partecipazione all’Isola dei famosi. Il naufrago non ha mai nascosto il desiderio di avere un figlio anche qualora dovesse restare single. Oggi rilancia e rivela che sarebbe perfno pronto a lasciare l’Italia pur di esaudire il suo desiderio di famiglia:

La vita mi ha sorriso e non posso odiarmi per essere single. In questo non mi è andata bene ma ho un piano b: voglio una famiglia anche se non dovessi trovare l’amore.  È un tema delicato e so di avere una grande responsabilità. Se la legge fosse un po’ più umana e riuscisse a capire che certi figli crescerebbero meglio con me che altrove, andrei in quella direzione. Se invece resta un ostacolo cieco di fronte a certe realtà, aggirerei l’ostacolo andando a vivere all’estero. Non rinuncio a vivere a causa dello Stato. Non accetto che nessuno mi fermi e se devo lasciare l’Italia per avere un figlio, lo farò. Se avessi un figlio mia madre sarebbe felicissima, sarebbe l’ultimo capitolo importante da condividere con i miei genitori. Vedere che si gode i figli dei miei fratelli e non i miei, non voglio che lasci questo mondo pensando che non mi sono sistemato.

Ritrova la Toffanin dopo anni di assenza

Ex protagonista di Verissimo, all’epoca in cui in trasmissione c’era anche Alvin, Jonathan ha ritrovato l’amica Silvia Toffanin proprio nello studio che li ha visti collaborare per anni: “Silvia è un’amica e siamo cresciuti insieme ma non sapevo negli ultimi anni se lei conoscesse la parte di me mostrata in Honduras. Prima ero apparentemente frivolo, un po’ sciocchino, mentre oggi ho quasi 40 anni e ho un bilancio di me stesso. Ammetto i fallimenti e la fortuna che ho avuto. All’Isola ci sono tanti specchi, ti mette davanti a quello che non ti piace di te stesso".

La vita sull’Isola (che non lo ha cambiato)

Diversamente rispetto a quanto altri ex naufraghi raccontano, Jonathan non si sente cambiato dopo la partecipazione all’Isola. I veri guerrieri, rivela, sarebbero altri: “Un reality non può davvero cambiare una persona. Anche se non mangiavamo, lì eravamo dei privilegiati. I veri guerrieri sono quelli che affrontano la vita vera, non l’Isola dei famosi. I miei genitori sono orgogliosi di me e questo è ciò che volevo”. A proposito dello scontro con Amaurys Perez, oggi superato, aggiunge solo: “L’isola decide da sola. Sono partito da pacifista ma quando vedi di essere in mezzo all’arena, segui anche tu la tua pancia. Poi il giorno dopo quella cosa non ti piace”.