Jeremias Rodriguez è tra gli ospiti della puntata di ‘Verissimo‘ in onda sabato 12 gennaio. Il fratello della showgirl Belén, era stato annunciato tra i possibili naufraghi dell'Isola dei famosi 2019. Tuttavia, poco dopo, si è diffusa l'indiscrezione secondo la quale a seguito di un infortunio, Jeremias Rodriguez sarebbe stato costretto a rinunciare al reality. Ai microfoni di Silvia Toffanin, il giovane ha fatto chiarezza:

“Spero di diventare ancora un naufrago. Stavo sciando e per evitare una bambina sono caduto e mi sono rotto il quinto metatarso. Il medico dice di aspettare un mese, ma io voglio andare in Honduras. Ho chiesto io di andare lì e voglio anche vincere l’Isola, perché penso che sia il reality giusto per me. Adesso, ironizza, mi tolgo il gesso che è una cosa che non si dovrebbe fare. Voglio partire ma non dipende da me”.

Belén Rodriguez non lo ha mai ostacolato

Il suo nome come probabile naufrago è stato accompagnato dall'indiscrezione secondo la quale Belén Rodriguez si sarebbe frapposta tra lui e il sogno di mettersi alla prova nel reality, chiedendogli di non partecipare. Jeremias Rodriguez ha smentito questa eventualità: “Se dobbiamo credere a ogni cosa che scrivono…la mia famiglia mi appoggia su qualsiasi cosa io voglia fare. È sempre stato così e lo sarà anche in futuro”.

I recenti problemi del padre Gustavo Rodriguez

Il mese scorso Gustavo Rodriguez, padre di Jeremias, ha avuto un momento di fragilità. Le forze dell'ordine hanno ricevuto delle segnalazioni secondo le quali, l'uomo avrebbe urlato e lanciato degli oggetti dal suo balcone. Jeremias Rodriguez ha commentato l'accaduto spiegando cosa avrebbe suscitato la reazione del padre:

“Non vorrei parlarne. Siamo umani, lui purtroppo ha ricevuto una notizia molto molto molto dolorosa e ognuno cerca di risolvere i problemi come può. Altrimenti saremmo tutti felici, ma la verità è che non è sempre così. L’unica cosa che possiamo fare noi è stargli vicino ed è quello che stiamo facendo. Andiamo avanti, i nostri genitori ci sono sempre stati accanto, ora tocca a noi”.