È un'intervista densa di rivelazioni drammatiche quella rilasciata da Ivan Cattaneo, dopo l'eliminazione dal Grande Fratello Vip, a Verissimo. Nell'ospitata in onda sabato 24 novembre, il cantante si è lasciato andare alle lacrime. Ha raccontato, tra le altre cose, la fine di un recente amore e una dolorosa esperienza risalente a quando era solo un ragazzino. In tempi in cui l'omosessualità era vista a tutti gli effetti come una malattia, Ivan venne addirittura ricoverato in un ospedale psichiatrico per essere "curato". Un'esperienza che lo ha segnato molto:

A 13 anni mi ero innamorato di un ragazzo, ma all'epoca avevo letto sui giornali che questi gay, definiti ‘mostri’, per innamorarsi e correggere la loro imperfezione, dovevano diventare donne. Quindi, per avere questo ragazzo pensavo di dover diventare una donna, anche se non lo volevo, e sono andato a dirlo a mia mamma. Lei mi ha portato da un dottore e gli ha detto che ero "un uomo sensuale". Non sapeva nemmeno il termine! Purtroppo si è fidata di questo dottore e così mi hanno mandato in manicomio, in un ospedale psichiatrico. Invece di aiutarmi mi facevano dormire in continuazione e mi sedavano e basta. A un certo punto, quindi, ho capito che dovevo difendermi dal mondo perché nessuno mi avrebbe mai aiutato e ho deciso di dire che ero guarito, che stavo benissimo e non ho più affrontato il problema.

L'esperienza in seminario

Per un periodo, Ivan pensò addirittura di farsi prete: "In seminario sono entrato nel 1965. Mi sarebbe piaciuto diventare prete, più che altro era l’unica possibilità, non vedevo altre vie e poi i miei erano molto poveri e in seminario si poteva spendere di meno per tenere i ragazzi in collegio. Sono stato lì ma piangevo e non stavo bene: mi hanno mandato in seminario per non farmi avere nessun contatto col mondo. È stata una grande sofferenza, anche perché allora non si parlava tranquillamente di gay. Poi è arrivato il 1968, sono arrivate le rivoluzioni sessuali ed è cambiato tutto e, probabilmente, anche grazie a me. La mia diversità è diventata esempio di una strada nuova". Dagli anni 70, Cattaneo giocò un ruolo importante nel cantautorato e nel pop italiano, ma anche nella rivendicazione per i diritti dei gay, imponendosi come icona eccentrica e trasgressiva.

Ivan Cattaneo in lacrime per la fine di una storia

Ai microfoni di Silvia Toffanin, Ivan ha parlato della sua attuale situazione sentimentale, purtroppo cambiata in modo negativo dopo il viaggio al GF Vip. Nella Casa, aveva rivelato di avere un fidanzato segreto, un ragazzo bisessuale che sarebbe un attore famoso. Ivan, su richiesta precisa di quest'ultimo (che sarebbe ufficialmente etero), non ha mai rivelato il suo nome. Ora, pare che il giovane abbia trovato un nuovo amore, una donna. Nel raccontarlo, si è sciolto in lacrime:

Avevo qualcuno che mi aspettava fuori dalla casa, ma ho scoperto che si è innamorato di un’altra persona. Lui è bisex, ha conosciuto una ragazza e si è messo con lei. Io, però, sono felice che lui abbia trovato una persona e così mi sono messo in disparte come al solito.

Ivan ha raccontato di aver avuto un'unica storia importante, ma senza aver mai provato l'amore vero: "Non ho mai davvero amato. Certo, ho avuto una storia di 15 anni con un ragazzo americano, però ho una mentalità da single. Il nostro era amore molto strano, con molto affetto e pochissimo sesso. Quando mi ha lasciato mi ha detto: "Non hai bisogno di me, hai bisogno di te". Ci ho sofferto molto, pensavo che durasse tutta la vita, che saremmo arrivati insieme fino ai 90 anni. Giustamente, lui voleva qualcosa di più. In quel'epoca, era il 2017, mi offrirono il Gf Vip ma dissi di no perché stavo troppo male".

Sull'esperienza al GF Vip e Francesco Monte

Ivan ha parlato anche dell'esperienza al Grande Fratello Vip: "Sono stato frainteso per quella frase sulle donne (“Rifiutare una donna è peggio che violentarla”, ndr), è stato terribile. Stavo malissimo, per fortuna Signorini ha capito cosa volevo dire. Ho sofferto di attacchi di panico al GF, da sempre. Quando ho fatto l'Isola dei Famosi sono scappato dopo 27 ore, la Ventura disse di me: "Non ha fatto l'Isola, ha fatto un day hospital!". Sul legame nato con Francesco Monte:

C'è una bella amicizia, una bella intesa… anche se lui è permaloso da morire! Lui e Stefano mi facevano gli scherzi. Una notte ci siamo abbracciati e lui mi ha trasmesso qualcosa di forte. Gli ho detto: "Ma sai che potrei innamorarmi di te?". Ha cominciato a trattarmi come tratta Giulia Salemi! Mi diceva: "Cosa hai fatto, vai di qua, vai di là". Lui e Stefano Sala cantano bene, voglio lanciare entrambi come cantanti.