11 Giugno 2013
10:00

#ioemarley, si twitta con il fazzoletto tra le mani

Solito successo per “Io & Marley, ieri su Canale 5, e raffica di tweet commossi: è sempre la stessa storia, è un film da guardare con il fazzoletto tra le mani.

Ogni volta che c'è "Io & Marley" in televisione, sai già che andrà finire che piangerai lacrime amari. Ma per una strana forma di sadomasochismo resti lì, a guardarlo fino alla fine, sapendo che ingoierai bocconi amari, piangendo a più riprese ed in più punti, anche quando il film è terminato. Così ieri, mentre Canale 5 mandava in onda il film del 2008, con Owen Wilson e Jennifer Aniston per la regia di David Frankel, si piangeva e si twittava, compulsivamente. La frase più gettonata è ovviamente il monologo finale, recitato da Owen Wilson:

Un cane non se ne fa niente di macchine costose, case grandi o vestiti firmati. Un bastone marcio per lui è sufficiente, a un cane non importa se sei ricco o povero, brillante o imbranato, intelligente o stupido, se gli dai il tuo cuore lui ti darà il suo. Di quante persone si può dire lo stesso? Quante persone ti fanno sentire unico, puro, speciale? Quante persone possono farti sentire straordinario?

C'è chi se la prende con la solita indelicatezza di Canale 5, capace di interrompere i momenti topici del film con la pubblicità…

…e chi invece si abbandona a veri e propri momenti di disperazione.

Oppure chi, appena finito il film, si getta tra "le zampe" del proprio cane…

Se fate parte anche voi della categoria "io amo gli animali", benvenuti allora nel club di quelli che, se "Io e Marley" venisse riproposto a distanza di pochissimi giorni, nonostante tutte le lacrime versate soltanto ieri sera, sarebbero ben disposti a rivederlo. E a ri-versare lacrime. Ad libitum…

I
I "Transformers" con le mani
11.057 di ViralVideo
Anticipazioni Baciamo le mani, sesta puntata
Anticipazioni Baciamo le mani, sesta puntata
Anticipazioni Baciamo le mani, terza puntata
Anticipazioni Baciamo le mani, terza puntata
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni