L'incendio divampato improvvisamente negli studi di La7 ha costretto il direttore del tg Enrico Mentana a interrompere la diretta della sua striscia informativa quotidiana per mettersi in salvo ed evitare pericoli derivanti dall'incidente verificatosi in studio. Mentana ha chiuso la diretta del telegiornale dallo studio di In Onda che, come lui stesso ha specificato pochi minuti dopo l'interruzione, si trova negli stessi edifici di via Umberto Novaro a Roma, ma tre piani più sotto, non coinvolti dall'incendio.

Non è ancora chiara la natura dell'incendio e le sole informazioni a disposizione in questo momento sono quelle visive, che mostrano i vigili del fuoco impegnati a domare le fiamme divampate nella parte alta dell'edificio. In un video comparso su Instagram si vedono proprio i pompieri operare nella parte superiore degli studi di La7. Al momento non è ancora chiaro se l'incendio sia derivante da un guasto tecnico, una fatalità o se si tratti di natura dolosa.

A circa mezz'ora dall'incidente è intervenuto su Twitter il direttore di rete, Andrea Salerno, che pubblicando una foto della facciata degli studi di La7 dove i pompieri stavano operando, ha rassicurato telespettatori e utenti rispetto alla situazione, che lui definisce "sotto controllo", ringraziando il pronto intervento delle forze dell'ordine.

Incendio negli studi di La7, cosa è accaduto

Istanti di panico per il direttore e conduttore Enrico Mentana, che interrompendo l'intervento di Milena Gabanelli si scusa con i telespettatori: “L'argomento è scottante, ma qui ci hanno preso sul serio perché sta andando tutto a fuoco. Non sto scherzando, la situazione è grave, concludo il Tg in un altro studio”. Il tutto è accaduto durante l'edizione del Tg delle 20 del 22 luglio, quando Mentana si è visto costretto a mandare in onda lo stacco pubblicitario sul finire dell'edizione del telegiornale.