Nella tarda serata di ieri è circolata una notizia che ha fatto preoccupare i numerosissimi fan de ‘Il trono di spade‘. Secondo quanto riportato dal Page Six, infatti, l'attore Kit Harington sarebbe finito in riabilitazione perché non sarebbe riuscito a superare lo shock del finale della serie nella quale interpretava Jon Snow.

L'indiscrezione su Kit Harington

Nella mente dei fan è ancora impresso il video che ritrae Kit Harington in lacrime dopo aver scoperto, leggendo il copione, che il personaggio di Jon Snow avrebbe ucciso Daenerys Targaryen. Che l'attore vivesse con grande apprensione la fine del suo percorso nell'amatissima serie televisiva, dunque, non era un mistero. Secondo quanto riportato da Page Six, diverse settimane prima che andasse in onda il gran finale de ‘Il trono di spade', Harington avrebbe deciso di affidarsi a una clinica per risolvere i suoi problemi con l'alcol e con la gestione dello stress. La struttura, situata in Connecticut, avrebbe un costo di 120 mila dollari al mese. L'attore si sarebbe sottoposto a "coaching psicologico, meditazione e terapia cognitivo comportamentale" per porre rimedio a questo momento di fragilità. Una fonte ha fatto sapere a Page Six:

"Si è reso conto che è arrivata la fine di qualcosa su cui ha lavorato duro per così tanti anni. Ha avuto un momento di smarrimento in cui si è chiesto: ‘E adesso?'. È in clinica soprattutto per stress, esaurimento e problemi con l'alcol. Sua moglie Rose gli sta vicino. Ha bisogno di pace e tranquillità".

Il portavoce dell'attore ridimensiona l'accaduto

Un portavoce di Kit Harington si è messo in contatto con Page Six e Tmz per ridimensionare la notizia circolata in queste ore. Ha chiarito che l'attore non sarebbe affatto in riabilitazione ma starebbe trascorrendo un periodo in un ritiro benessere per risolvere alcuni problemi personali: "Kit ha deciso di usare questo momento di pausa dagli impegni come un'opportunità per trascorrere un po' di tempo in un ritiro benessere e occuparsi di alcuni problemi personali".