Resta in sospeso il finale de Il Paradiso delle Signore. La soap opera, in onda su Rai1 dal lunedì al venerdì alle 15:40, ha infatti dovuto interrompere le riprese della quarta stagione a causa dell'emergenza sanitaria da coronavirus. L'ultimo ciak era previsto per venerdì 3 aprile, ma le nuove regole governative hanno costretto la produzione a mettere in stop le registrazioni degli episodi restanti. In questo modo il pubblico non potrà arrivare a vedere l'ultima puntata della stagione a fine maggio, come era previsto. Il finale è quindi slittato a data da destinarsi. Dalla produzione della soap opera fanno sapere che il set, che si trova a Roma, potrebbe riprendere i lavori una volta finito la stop imposto dal governo.

Il Paradiso delle Signore continuerà per un mese

La chiusura temporanea del set non significa che da oggi le puntate della quarta stagione smetteranno di essere trasmesse su Rai1. La registrazione degli episodi infatti anticipa di circa due mesi la messa in onda, quindi quasi un altro mese quelli registrati dovrebbero essere sufficienti ad intrattenere i fan. In più, pare che la quinta stagione della soap sia già stata confermata e, se l'emergenza sanitaria dovesse rientrare, già a settembre 2020 inizierebbero le riprese dei nuovi episodi.

Giulia Arena chiede al pubblico di stare a casa

In attesa di capire quando poter tornare sul set, in stop dal lavoro anche gli attori, che, attivissimi sui loro profili social, invitano i fan della soap a a stare a casa per far fronte all'emergenza da coronavirus. Tra loro, da Milano, l'attrice siciliana Giulia Arena che veste i panni di Ludovica, affida il suo sfogo ad un lungo post su Instagram:

Mi trovo a Milano, e ho scelto di rimanere qui.
Ho riflettuto molto se espormi o meno su una questione così delicata, ma i centinaia di messaggi con cui mi avete inondato nelle ultime ore mi ha fatto comprendere quanto possa essere importante parlare di ciò che sto (e stiamo) vivendo, e dell’enorme Responsabilità Sociale che abbiamo tra le mani.
La Lombardia è stata dichiarata Zona Rossa. Io mi trovo a Milano, e ho scelto di #restare .
Ho scelto di #restare consapevole che la città in cui vivo sarebbe entrata in una fase di quarantena, e che non sarebbe stato affatto semplice, ma consapevole anche che la scelta di #StareaCasa non è una possibilità. a partire da adesso è un preciso Dovere Civico.
ho scelto di condividere con voi la mia situazione ed il mio pensiero, e ho scelto di condividere con voi ogni sfumatura di quella che sarà una nuova quotidianità, diversa, fatta di limiti ma anche di grandi opportunità: l’opportunità di essere Responsabili, di essere Rispettosi, consapevoli che ciascuno di noi può fare la differenza.

Mi trovo a Milano, e ho scelto di rimanere qui. Ho riflettuto molto se espormi o meno su una questione così delicata, ma i centinaia di messaggi con cui mi avete inondato nelle ultime ore mi ha fatto comprendere quanto possa essere importante parlare di ciò che sto (e stiamo) vivendo, e dell’enorme Responsabilità Sociale che abbiamo tra le mani. La Lombardia è stata dichiarata Zona Rossa. Io mi trovo a Milano, e ho scelto di #restare . Ho scelto di #restare consapevole che la città in cui vivo sarebbe entrata in una fase di quarantena, e che non sarebbe stato affatto semplice, ma consapevole anche che la scelta di #StareaCasa non è una possibilità. a partire da adesso è un preciso Dovere Civico. ho scelto di condividere con voi la mia situazione ed il mio pensiero, e ho scelto di condividere con voi ogni sfumatura di quella che sarà una nuova quotidianità, diversa, fatta di limiti ma anche di grandi opportunità: l’opportunità di essere Responsabili, di essere Rispettosi, consapevoli che ciascuno di noi può fare la differenza. #StateaCasa e ne usciremo, insieme.

A post shared by Giulia Arena (@giuliarena) on