È dal 2012 che Francesco Tesei, “il più importante mentalista d’Italia” porta in giro da nord a sud il suo spettacolo “Mind juggler” (lett. giocoliere della mente), forte di un successo di pubblico che lo ha portato quest’anno ad avere un programma tutto suo su Sky che si chiama, appunto, “Il Mentalista”. Lo show si articola in una serie di numeri in cui Tesei invitando alcuni membri del pubblico dimostra come le nostre scelte siano condizionate da schemi mentali e consuetidini tutt'altro che individuali.

Il mentalismo

Ma cos’è esattamente il mentalismo? A questa domanda, Tesei, che abbiamo intervistato poco prima di andare in scena al Teatro Bellini di Napoli, risponde partendo da lontano: “Il mentalismo è un’arte antica come l’uomo, fin da quando gli esseri umani hanno preso coscienza delle proprie facoltà cognitive, allora è nato il mentalismo. Ci sono esempi di mentalismo anche all’epoca dei Faraoni!. Parafrasando lo statunitense Larry Becker, il mentalista utilizza i 5 sensi per creare l'illusione di possederne un sesto. Grazie a questo ‘sesto senso' il mentalista è in grado di presentare fenomeni paranormali sotto forma di spettacolo". Ma se dovessimo spiegare in che cosa consistono gli spettacoli di Tesei a qualcuno che non ne avesse mai sentito parlare, diremmo che si tratta di una serie di “numeri” in cui il mentalista pone al proprio interlocutore delle domande, naturalmente senza farsi comunicare le risposte, salvo poi svelargliele alla fine dopo averle appuntate su un foglio di carta. Il che, detto così, potrebbe sembrare non molto innovativo, né affascinante. Ciò che però rende appassionanti i numeri di Tesei è la modalità con cui conduce le sue inchieste, il suo piglio apparentemente divagante, fantasioso, che mai e poi mai dà l’impressione di essere funzionale allo svelamento di ciò a cui l’interlocutore sta pensando. Ad ogni modo, per farsi un’idea in rete ci sono disponibili video in streaming in cui Tesei mette in mostra le sue davvero incredibili capacità. Inoltre, il mentalista ha anche un sito ricco di informazioni che vi consigliamo di consultare.

Trucchi

Tutti coloro che partecipano ai suoi spettacoli o ne vedono degli estratti su internet si chiedono: ma qual è il trucco? Lui però ci spiega che questa disciplina che è una sorta di cugina dell’illusionismo e della magia, non utilizza “trucchi” nel senso comune della parola, ma strategie, “tecniche”, come preferisce chiamarle. “Utilizzo – prosegue Tesei – delle trappole che facendo leva sulle mappe mentali che ognuno di noi ha, possono svelarmi delle informazioni o darmi degli indizi. Il discorso è molto ampio ma in buona sostanza tutto parte dal fatto che noi non vediamo la realtà per quella che è, ma per ciò che siamo noi, in altre parole, non esiste una realtà uguale per tutti, essa è frutto del processo interpretativo della nostra mente, e con il mio lavoro io cerco di provocare dei dubbi su ciò che ciascuno crede essere vero”.

Un po’ di biografia

Francesco Tesei ci ha raccontato che dopo aver iniziato con le classiche tecniche da prestigiatore per realizzare effetti di telepatia e di chiaroveggenza si è poi appassionato al mondo della psicologia e della comunicazione ritenendo che simili risultati potessero essere raggiunti senza il bisogno di attribuirsi poteri sovrannaturali. Perciò ha iniziato a pensare a dei numeri che esplorassero i poteri della mente in modo, per così dire, laico. Il suo percorso artistico inizia a ventuno anni quando viene ingaggiato da una compagnia di crociere per realizzare un one-man show. In seguito porterà il suo spettacolo in giro per il mondo, ma è nel 2005 che approfondisce i suoi studi di “psicologia applicata all'entertainment”, intraprendendo un percorso di formazione presso il Milton Erickson Institute di Torino e studiando Programmazione Neuro Linguistica (PNL) presso la NLP Italy. Qualche anno dopo, siamo nel 2009, la stampa italiana inizia a parlare di lui e dal 2010 grazie alla partecipazione ad alcuni programmi televisivi come “Mistero” e il “Il Senso della vita” diventa un personaggio pubblico, apprezzato da un numero sempre maggiore di fan.

Libri

Nel 2012 Rizzoli ha pubblicato il primo libro di Francesco Tesei col titolo “Il potere è nella mente, pensieri e comunicazione per vincere e non cadere il trappola”, in cui l’autore suggerisce idee e strategie applicabili nella vita quotidiana, proponendo ampie riflessioni sui misteri del pensiero e dell’inconscio attraverso continui richiami alle menti più brillanti di ogni epoca e esempi tratti dalle sue esperienze personali. “Conoscere se stessi, capire gli altri, intuirne i pensieri, condizionarli, superare gli ostacoli e i conflitti, assumendosi il diritto e la responsabilità di dare un significato a tutto quello che accade, diventando osservatori attivi, artefici e protagonisti del proprio destino”, questi sono i propositi del Mentalista.