Il Festival di Sanremo 2018 si conclude con 12.125.000 spettatori e il 58.3% di share, migliorando sensibilmente negli spettatori netti il confronto con il 2017, sostanzialmente pareggiando la concentrazione. Infatti, lo share è sotto solo di un decimo. Il trionfo di Ermal Meta e Fabrizio Moro dopo le polemiche, è stato seguito in tempo reale da 10.404.000 spettatori per il 69% di share.

Gli ascolti nel dettaglio.

Si parte con  "Sanremo Start" che fa segnare il 42.8% di share, raccogliendo 10.881.000 spettatori. La media ponderata della finale del Festival di Sanremo 2018 è stato visto da 12.125.000 spettatori per uno share del 58.3%. Dalle 21.20 alle 23.46, la prima parte del Festival ha registrato 13.240.000 spettatori (54%), la seconda, in onda dalle 23.51 all'1.26, 10.404.000 spettatori e il 69% di share.

Il confronto con il 2017.

Un anno fa, era l'11 febbraio 2017, gli spettatori netti furono 13.553.000 per il 54,3% nella prima parte, 9.681.000 spettatori e 69,7% di share per la seconda e 12.022.000 spettatori e il 58,4% di share come media ponderata.

Sulle altre reti.

Su Canale 5 "Vip" ("C'è posta per in te" è stato rimandato causa Sanremo) è stato visto da 1.275.000 spettatori pari al 5.2% di share. "The Mask 2", in onda su Italia1, raccoglie 889.000 spettatori per il 3.4% di share. Su Rai2 "NCIS Los Angeles" è stato visto da 871.000 spettatori pari al 3.4% di share. "L’Uomo che sussurrava ai cavalli" , è stato visto da 785.000 spettatori pari ad uno share del 3.1%. Su Rete4, il cult movie "Dredd – La legge sono Io" è stato visto da 368.000 spettatori e l’1.4% di share. Su La7 "L’Ispettore Barnaby" fa 346.000 spettatori (1.3%) per il primo episodio, per il secondo episodio registra 203.000 spettattori (1.1%)