Sanremo 2021 si farà dal 2 al 6 marzo. Può sembrare una non notizia ma a tutti gli effetti lo è. La conferma delle date del festival sono state al centro di una riunione tra i vertici Rai per chiarire se e come si potesse svolgere il 71° Festival della canzone italiana, che sarà il primo grande evento a svolgersi in tempi di Covid. Nei giorni scorsi erano circolate molte voci discordanti sulla possibilità che il Festival potesse essere rinviato di qualche giorno, settimana o addirittura qualche mese e neanche l'approvazione del nuovo DPCM era servito a chiarire i confini di questa edizione: "Si terrà dal 2 al 6 marzo la 71esima edizione del Festival di Sanremo. La conferma è arrivata al termine di una riunione tra i vertici Rai delle strutture coinvolte nell’organizzazione della kermesse e il direttore artistico Amadeus, alla presenza dell’Amministratore Delegato Fabrizio Salini" si legge in una nota Rai.

Il pubblico presente al Festival

Oggi arriva la conferma delle date, ma anche qualche notizia in più su pubblico e giornalisti. Il pubblico è stato confermato, anche se quasi sicuramente si arena l'idea della nave che avrebbe dovuto fungere da bolla sanitaria per qualche centinaio di persone. Una sorta di vacanza, come l'aveva definita Amadeus, che solo pochi giorni fa non aveva escluso la possibilità di questa sorta di Grande Fratello sanremese. Ad oggi, però, pare che questa soluzione sia stata accantonata, accontentando quella parte di organizzazione che non l'aveva mai vista come una soluzione realmente praticabile. Sia per ragioni pratiche, che per ragioni di immagine: "Tra i temi affrontati nel corso dell'incontro, il Protocollo sanitario e organizzativo che sarà a breve sottoposto alle autorità competenti in modo da poter prevedere una presenza del pubblico nella platea del Teatro Ariston" continua la nota, che rimanda ai prossimi giorni maggiori informazioni sulle modalità. Nessuna notizia ufficiale per quanto riguarda la sala stampa che comunque ci sarà anche se in forma ridotta.

Ora tocca agli ospiti

C'era bisogno di questa conferma perché la macchina di Sanremo potesse continuare a muoversi anche per quanto riguarda il lato artistico. Ci volevano maggiori certezze sulle tempistiche per poter decidere chi invitare e chiudere i contratti. Confermate le date, quindi, Amadeus potrà tornare a pensare (quasi) esclusivamente alla parte artistica, bloccata da questo stallo: si pensa a ospiti soprattutto italiani – viste anche le restrizioni – e allo show per le cinque serate. Nei prossimi giorni, quindi, c'è da aspettarsi i primi nomi dopo quelli di Elodie, Achille Lauro e Ibrahimovic.