La NBC è una delle emittenti televisive più potenti del mondo, produttrice di programmi e serie di successo, non stupisce quindi, che già da adesso siano in preparazione nuove produzioni che saranno trasmesse nella primavera del 2020. Si tratta di una nuova serie che prende spunto dal terzo romanzo di Dan Brown afferente alla saga de "Il Codice Da Vinci", dal titolo "Il simbolo perduto", o quanto meno questo è quanto riporta il sito americano deadline.

Il prequel del Codice Da Vinci

Il nuovo prodotto NBC si chiama Langdon, un thriller-drama incentrato sul protagonista dei tre romanzi della fortunata saga, appunto Robert Langdon, scritto subito dopo Angeli e Demoni, ma in realtà ambientato dopo Il Codice Da Vinci. La novità sta nel voler creare un prequel, un racconto nel quale prenda forma la personalità del personaggio interpretato da Tom Hanks nelle trasposizioni cinematografiche dei noti best seller. A scrivere la sceneggiatura della serie è stato chiamato Daniel Cerone, ed è a lui che bisogna attribuire l'idea di affidare a questo terzo romanzo il compito di tracciare le linee guida del professore esperto in simbologia. Significativo è il fatto che lo sceneggiatore abbia scelto l'unico romanzo che è ambientato negli Stati Uniti, per la precisione a Washington. La trama del "Simbolo perduto" è incentrata sulla Massoneria e il ruolo che quest'ultima ha avuto nella storia statunitense, e la vicenda nel romanzo si svolge nell'arco di dodici ore, in cui Robert Langdon e Katherine Solomon, tra i vari simboli massonici di cui l'America è pervasa, sono alla ricerca di un simbolo perduto in grado di evocare un potere di incredibile potenza.

Cosa succederà nella serie

Nella serie in via di preparazione Langdon sarà al centro di un intreccio nel momento in cui scoprirà che il suo superiore è stato rapito. Sarà quindi coinvolto dalla CIA che lo ingaggia per risolvere il caso, da cui emergerà una potente cospirazione. Questo nuovo interessante thriller verrà prodotto da Imagine Television Studios, settore televisivo che rientra nell'Imagine Entertainment di Ron Howard e Brian Grazer, la produzione sarà poi affiancata da CBS Tv Studios e Universal Tv.