3.152 CONDIVISIONI
Opinioni
Festival di Sanremo 2021

I Maneskin ci salvano dall’ennesima polemica su Chiara Ferragni

Con i suoi 23 milioni di follower Chiara Ferragni era quasi riuscita a ribaltare la classifica di Sanremo e spingere Francesca Michielin e Fedez alla vittoria. Non succede per un soffio e per fortuna. Il Festival lo vincono i Maneskin, risparmiandoci una settimana di polemiche e dibattiti sulla coppia più celebre d’Italia. Siamo tutti più contenti (forse anche Michelin, Fedez e Ferragni).
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Andrea Parrella
3.152 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Festival di Sanremo 2021

Con una mirabolante capriolai Maneskin hanno vinto il Festival di Sanremo, ribaltando i pronostici di questa finale che vedeva Ermal Meta favoritissimo, in testa dall'inizio del Festival e sorpassato all'ultimo giro. La band rock romana, al contrario, aveva stentato in classifica dando i primi segnali di vita nella serata del venerdì, grazie al voto della sala stampa che ha trovato poi conferma in quello del pubblico da casa. La vittoria dei Maneskin è un segnale interessante per l'ecosistema musicale italiano, sia in proiezione Eurofestival che come cartina tornasole di ciò che il panorama nostrano è in grado di esprimere. Ma è importante anche per le polemiche che ci risparmia e la ragione è semplice.

Secondi classificati sono Francesca Michielin e Fedez, fuori persino dai primi dieci al termine della serata del venerdì. La coppia era giunta a Sanremo da favorita grazie alla potenza di fuoco in termini di consenso e il "fattore Ferragni" lasciava immaginare che il televoto potesse essere fortemente condizionato dalla popolarità della coppia più seguita d'Italia. Popolarità che in effetti ha pesato, rovesciando i risultati dei giorni scorsi. Ma non abbastanza da permettere a Michielin e Fedez di vincere il Festival di Sanremo.

Eppure durante la serata di sabato Chiara Ferragni ha attivato il suo plotone social con post e decine di storie che invitavano i 23 milioni di followers a votare Michielin e Fedez. Niente di scorretto, va detto, ha fatto bene e ha fatto quello che avrebbe fatto chiunque, ma è facile  immaginare cosa sarebbe successo se questo avesse contribuito alla loro vittoria. Il Codacons era già pronto all'ennesima crociata contro Chiara Ferragni e Fedez, tutto quello che ne sarebbe conseguito avrebbe mortificato la stessa ipotetica vittoria della coppia, frenando ogni discorso sulla musica e costringendoci a parlare d'altro. Considerando lo storico di polemiche degli ultimi anni sul conflitto tra i voti della sala stampa e quelli del pubblico (ci ricordiamo il caso Mahmood-Ultimo), risparmiarci una polemica non è una cattiva notizia. In cuor loro, forse, anche Michielin e Fedez sono più contenti così.

3.152 CONDIVISIONI
Immagine
"L'avvenire è dei curiosi di professione", recitava la frase di un vecchio film che provo a ricordare ogni giorno. Scrivo di intrattenimento e televisione dal 2012, coltivando la speranza di riuscire a raccontare la realtà che vediamo attraverso uno schermo, di qualunque dimensione sia. Renzo Arbore è il mio profeta.
460 contenuti su questa storia
Sanremo, l'annuncio di Annalisa: "Nella serata delle cover un ospite pazzesco con me"
Sanremo, l'annuncio di Annalisa: "Nella serata delle cover un ospite pazzesco con me"
Noemi: "Ho sentito l'urgenza di cambiare. Il sovrappeso era un involucro per difendersi dal mondo"
Noemi: "Ho sentito l'urgenza di cambiare. Il sovrappeso era un involucro per difendersi dal mondo"
Enzo Mazza, FIMI: "La Gran Bretagna studia Sanremo per proteggere i Brit Awards dal Covid"
Enzo Mazza, FIMI: "La Gran Bretagna studia Sanremo per proteggere i Brit Awards dal Covid"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni