Con una mirabolante capriolai Maneskin hanno vinto il Festival di Sanremo, ribaltando i pronostici di questa finale che vedeva Ermal Meta favoritissimo, in testa dall'inizio del Festival e sorpassato all'ultimo giro. La band rock romana, al contrario, aveva stentato in classifica dando i primi segnali di vita nella serata del venerdì, grazie al voto della sala stampa che ha trovato poi conferma in quello del pubblico da casa. La vittoria dei Maneskin è un segnale interessante per l'ecosistema musicale italiano, sia in proiezione Eurofestival che come cartina tornasole di ciò che il panorama nostrano è in grado di esprimere. Ma è importante anche per le polemiche che ci risparmia e la ragione è semplice.

Secondi classificati sono Francesca Michielin e Fedez, fuori persino dai primi dieci al termine della serata del venerdì. La coppia era giunta a Sanremo da favorita grazie alla potenza di fuoco in termini di consenso e il "fattore Ferragni" lasciava immaginare che il televoto potesse essere fortemente condizionato dalla popolarità della coppia più seguita d'Italia. Popolarità che in effetti ha pesato, rovesciando i risultati dei giorni scorsi. Ma non abbastanza da permettere a Michielin e Fedez di vincere il Festival di Sanremo.

Eppure durante la serata di sabato Chiara Ferragni ha attivato il suo plotone social con post e decine di storie che invitavano i 23 milioni di followers a votare Michielin e Fedez. Niente di scorretto, va detto, ha fatto bene e ha fatto quello che avrebbe fatto chiunque, ma è facile  immaginare cosa sarebbe successo se questo avesse contribuito alla loro vittoria. Il Codacons era già pronto all'ennesima crociata contro Chiara Ferragni e Fedez, tutto quello che ne sarebbe conseguito avrebbe mortificato la stessa ipotetica vittoria della coppia, frenando ogni discorso sulla musica e costringendoci a parlare d'altro. Considerando lo storico di polemiche degli ultimi anni sul conflitto tra i voti della sala stampa e quelli del pubblico (ci ricordiamo il caso Mahmood-Ultimo), risparmiarci una polemica non è una cattiva notizia. In cuor loro, forse, anche Michielin e Fedez sono più contenti così.