Nella giornata di oggi, 16 agosto 2019, si celebrano i funerali di Nadia Toffa, (qui il live di Fanpage.it l'ex conduttrice del programma giornalistico "Le Iene", scomparsa il 13 agosto dopo due anni di lotta contro il cancro a soli quarant'anni. Le celebrazioni sono iniziate nel Duomo di Brescia alle 10.30.

Una chiesa gremita per Nadia Toffa

La cattedrale è piena di persone. Ci sono anche gli amici del minibar di Tamburi, quartiere di Taranto in cui c'e' l'Ilva a salutare Nadia Toffa, la conduttrice morta per cancro a soli 40 anni. Davanti al Duomo di Brescia, dove saranno celebrate le esequie officiate dal parroco di Caivano, Maurizio Patriciello, indossano una maglietta con la scritta "Ie jesche pacce pe te!", in tarantino ‘Io esco pazzo per te', che e' il fulcro di un progetto benefico. Nadia conobbe i ragazzi del minibar in occasione di un suo servizio sull'Ilva e sono stesso loro a raccontare delle sue gesta durante il servizio de "Le Iene":

Fu lei che vedendo quella maglietta che ebbe l'idea e, negli anni, siamo riusciti a raccogliere 700 mila euro e abbiamo aperto un reparto oncologico pediatrico. Senza di lei non sarebbe stato possibile. 

I funerali celebrati da don Maurizio Patriciello

A celebrare il rito è Padre Maurizio Patriciello, parroco di Caivano nonché simbolo della lotta alla "Terra dei Fuochi". Nadia Toffa ebbe modo di conoscerlo durante una delle sue numerose inchieste sull'argomento che divenne, nel tempo, ancor di più dopo la scoperta della malattia, una delle sue più ardue battaglie. Il parroco si è espresso con parole piene di commozione, nel ricordare il travagliato percorso verso l'agognata guarigione dell'ex inviata della trasmissione di Italia 1. Parole significative che mettessero in luce la forza d'animo di una donna che non si è mai arresa di fronte alle difficoltà, anche quando le forze per combattere sembravano venir meno:

Sei entrata nel cuore di tutti e non perché eri un volto della tv. Nadia è stata amata, non solo stimata. Hai chiamato il cancro con il suo nome dando coraggio a tutti noi. Hai raccontato le tue fragilità dandoci coraggio. Nadia ha avuto fame e sete di giustizia, è arrivata la' dove la gente era bistrattata e maltrattata