Una giornata dedicata alla memoria del vicebrigadiere dei Carabinieri Mario Cerciello Rega, ucciso a Roma la notte del 26 luglio a coltellate. Tutte le trasmissioni della Rai osserveranno un minuto di silenzio alle 11.30 di domani, lunedì 29 luglio. L'omaggio al carabiniere ucciso proseguirà dalle 11.55 su Rai1 con la diretta della cerimonia funebre a cura del Tg1. A renderlo noto è la Rai e lo rilancia con un tweet il presidente Marcello Foa.

I funerali a Somma Vesuviana

I funerali si terranno domani, 29 luglio, a Somma Vesuviana, nella chiesa di Santa Croce, in via Santa Maria del Pozzo, la stessa in cui la coppia si era sposata. Alle esequie è prevista la presenza del vicepremier Luigi Di Maio e del presidente della Camera Roberto Fico, del premier Giuseppe Conte. Dalle notizie recenti, dopo l'arresto dei due sospettati per l'uccisione di Mario Cerciello Rega, risulta indagato anche il pusher italiano e l'intermediario, il primo per reati di droga, il secondo per aver indirizzato i ragazzi all'acquisto di stupefacenti.

La camera ardente

È aperta oggi la camera ardente in piazza del Monte di Pietà, a Roma, per l'ultimo saluto al vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, ucciso la notte del 26 luglio a coltellate. Alle 15.30 è arrivata la moglie, Rosa Maria Esilio, visibilmente distrutta dalla tragedia, che ha accompagnato il feretro. Cerciello Rega e la moglie si erano sposati un mese e mezzo fa, il 13 giugno, a Somma Vesuviana, comune in provincia di Napoli di cui era originario il carabiniere. Mario Cerciello Rega, quando non era in servizo, faceva il barelliere per l'Ordine di Malta, accompagnando i malati a Lourdes e a Loreto, aiutava anche i senzatetto della Stazione di Roma Termini. Cinque anni fa ricevette un encomio, dopo la lettera di una vedova che scrisse ai Carabinieri per ringraziarli: la figlia piccola stava male e lei non sapeva come portarla in ospedale, allora un giovane carabiniere, durante il turno di notte, si era offerto di portarle al Bambino Gesù ed era rimasto fino al mattino. Quel giovane carabiniere era Mario Cerciello Rega.