Il 31 luglio 2020 Franca Valeri festeggia il traguardo dei 100 anni di vita. Un secolo per la grande artista, protagonista assoluta del teatro, del cinema e della televisione italiana. La Rai la festeggia con un ciclo di appuntamenti su Rai5 che si concluderanno proprio nel giorno del suo compleanno. Tra gli appuntamenti anche sceneggiati originali televisivi come "Le donne balorde", una serie di atti unici scritti da Franca Valeri, tra cui "La cosiddetta fidanzata" e "La cocca rapita", che Rai5 manderà in onda venerdì 24 luglio 2020 alle 15.50.

Tutti gli appuntamenti

Lo sceneggiato del 1974 "Sì, vendetta…" che affrontava i grandi cambiamenti di costume degli anni Settanta e i classici del teatro di George Bernard Shaw "L'idillio villereccio" e ancora "La cantantrice calva" di Ionesco, "Felicita Colombo" di Giuseppe Adani. Nel giorno del suo compleanno, venerdì 31 luglio, in prima serata il documentario "In scena con Franca Valeri" di Francesco D’Arma e Barbara Pozzoni prodotto da Rai Cultura apre la serata su Rai5. Attraverso sessant'anni di interviste all'attrice, testimonianze di artisti amici e il suo repertorio vastissimo, il documentario traccia un ritratto inedito dell'attrice. A seguire il "one woman show" "Le donne" del 1993, in cui Franca Valeri ripercorre il suo vasto repertorio di personaggi femminili, le cartine di tornasole dei mutamenti e delle contraddizioni che hanno costellato il percorso di emancipazione delle donne italiane attraverso i decenni.

L'intervista a Famiglia Cristiana

"Qual è stato il giorno più bello della mia lunga vita? La fine della guerra, il 25 aprile 1945: capii che finiva un incubo terribile e che cominciava la mia giovinezza”. Franca Valeri si racconta a Famiglia Cristiana alla vigilia dei suoi 100 anni: “Ricordo come fosse oggi il 5 settembre 1938, quando il regime fascista di Mussolini promulgò le leggi razziali, ponendo fine alla mia infanzia felice: vidi mio padre piangere sulla pagina del giornale che dava la notizia”. Franca Valeri è di origine ebraica per parte di padre, mentre la madre era cattolica.