6 Gennaio 2014
10:14

Holyfield omofobo al Grande Fratello: “I gay sono come i disabili” (VIDEO)

Il pugile, noto per l’orecchio strappatogli a morsi da Tyson durante un incontro, ha pronunciato una frase omofoba durante il Grande Fratello delle Celebrità in America. Il popolo di Twitter ha protestato moltissimo.
A cura di A. P.

Dalle nostre parti lo ricordiamo tutti per la scena, oramai storica, dell'amputazione di parte del suo orecchio con un morso di Mike Tyson, durante un incontro di anni fa. Ma in realtà Evander Holyfield, come molti sportivi dopo la fine della carriera fanno, sta cercando di reinventarsi nel mondo dello spettacolo e la televisione. In queste settimane sta prendendo parte al "Celebrity Big Brother", una versione del Grande Fratello con all'interno dei personaggi già celebri.

Ed è stato proprio nei primi giorni di permanenza che l'ex pugile, il quale da tempo si pronuncia come definitivamente convertito al Cristianesimo, ha espresso un'opinione riguardante il mondo gay che ha immediatamente mosso una discussione sui social network ed una forte contestazione da parte di una fetta consistente di pubblico e di utenti. Parlando con un'altra concorrente mentre erano a letto, Holyfield discuteva di quanti pugili gay avessero deciso di venire allo scoperto. Lui ha espresso il suo parere nel merito della questione, paragonando la situazione gay a quella dei disabili e distinguendo le due cose sulla base della possibilità di scegliere, come se entrambe fossero dei "problemi" da evitare:

Luisa: Is there any gay boxers?
(Ci sono boxers gay?)

Evander: Yeah, I'm sure there is.
(Sì, sono sicuro ci siano)

Luisa: Is it public knowledge?
(È di pubblico dominio?)

Evander: Ain't no-one came out and said they were.
(Nessuno si è esposto a dirlo)

Luisa: I think it's really bad that no-one stands up and says it in the sporting industries. I think it's good to be open about that because it's normal.
(Penso che sia assurdo che nessuno si alzi ad ammettere che esista questa realtà nel mondo sportivo. Sarebbe giusto perché sarebbe normale)

Evander: What would be good about it? That ain't normal.
(Cosa sarebbe giusto? Ciò non sarebbe per niente normale)

Luisa: We shouldn't have this conversation. No, let's not have this conversation, it won't be good.
(Non dovremmo avere questa conversazione. No, cerchiamo di non avere questa conversazione, non ci porterà niente di buono)

Evander: The bible lets you know, that's wrong, that's right.
(La bibbia consente di sapere ciò che è sbagliato e ciò che è giusto)

Luisa: That's just the way some people are.
(È solo il modo in cui alcune persone sono)

Evander: No, it don't make no difference. If you were born and your leg were turned this way, what do you do, you go to the doctor and get it fixed back right.
(No, non fanno alcuna differenza. Se nasci con una gamba storta, vai dal medico e la fai rimettere a posto)

Luisa: It's not about being fixed, it's about… that's just the way that you are.
(Non c'entra col rimettere a posto…stiamo parlando solo del modo in cui una persona è)

Evander: No no no no no, you mean to tell me…
(No no no no no, vuoi venire a dirmi….)

Luisa: I really don't want to have this conversation.
(Io ora davvero non voglio più continuare questa conversazione)

Evander: I'm not mad, I'm just saying…
(Non sono pazzo, sto solo dicendo….)

Luisa: You don't understand, I don't think it's an appropriate conversation to have in this house, honestly.
(Tu non capisci, onestamente parlando non credo che sia una conversazione da continuare in questa questa casa)

Evander: All I'm trying to tell you, you know how handicapped people are born, you can't say because they were born that way…
(Tutto quello che sto cercando di dirti è che conosci come sono nati i portatori di handicap e non puoi dire perché sono nati in quel modo …)

Luisa: You can't compare, of course you can't compare someone that's gay to someone that's handicapped, it's not a choice.
(Non si può paragonare, ovviamente non puoi paragonare qualcuno che è gay a qualcuno che è handicappato, non è una scelta.

Evander: Yes it is a choice, come on, that ain't the way nobody is made.
(Sì è una scelta, dai, è un modo in cui nessuno è fatto)

Luisa: I'm tired. I don't think people have a choice in their sexuality, or they would be unhappy.
(Sono stanca. Non credo che le persone possano scegliere riguardo la loro sessualità, o sarebbero infelici)

Ecco che la sua interlocutrice ha provato a fermarlo, ma era oramai troppo tardi, al punto che Holyfield è stato chiamato nell'equivalente del confessionale per essere redarguito riguardo la sua esternazione. Il pugile ha tenuto a sottolineare che si trattava esclusivamente di una sua opinione, sebbene il dado ormai fosse tratto. Durante la stessa giornata sono giunti molti tweet da utenti indignati per il suo comportamento: "Evander Holyfield e le sue opinioni bigotte e draconiane non appartengono alla casa del grande fratello o dovunque nel 2014. Portatelo fuori!", oppure "Ho appena perso tutto il mio rispetto per Evander Holyfield … Che cosa disgustosa da dire". Insomma, pare che la conversione di Holyfield, qualche mese fa protagonista di un divertentissimo spot con Mike Tyson che bussava alla sua porta per restituirgli il suo orecchio, non porti esattamente dei benefici alla sua carriera da star della tv.

Carlo Gabardini contro l'omofobia:
Carlo Gabardini contro l'omofobia: "Sfido Mika come personaggio gay dell'anno"
Mister Gay Italia 2013 rifiuta il Grande Fratello 13
Mister Gay Italia 2013 rifiuta il Grande Fratello 13
Carlo Gabardini:
Carlo Gabardini: "Sfido Mika come personaggio gay dell'anno" (VIDEO)
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni