Gwyneth Paltrow stava perdendo l'occasione della vita a causa dell'amore. L'occasione era "Shakespeare in Love", film che le ha consegnato il prestigioso premio Oscar come miglior attrice, e l'amore era quello più grande della sua vita, quello per Brad Pitt. La coppia si era conosciuta sul set di "Seven" ed erano insieme da quello stesso anno, il 1994. Dopo il fidanzamento ufficiale, il rapporto si complicò e tre anni dopo si dissero definitivamente addio. Ma per quelle pene d'amore, la Paltrow stava rifiutando il contratto della vita.

La confessione di Gwyneth Paltrow

La confessione di Gwyneth Paltrow su Variety è chiara: "Il pensiero di andare in Inghilterra e stare lontana da casa mi appariva davvero insopportabile. Perché mi dicevo: ‘No, non voglio leggere nulla, mi sento male ora'. Perché ero in un periodo estremamente difficile". Poi però le cose cambiarono e appena letta la sceneggiatura, la Paltrow salì a bordo della produzione diretta da John Madden. Sul rapporto con Brad Pitt, Gwyneth Paltrow ha rivelato:

Ero così una bambina al tempo. Ci eravamo incontrati che io avevo solo 22 anni e non mi sentivo pronta. Lui era troppo buono per me e alla fine io riuscì a mandare tutto all'aria.

Il caso Harvey Weinstein

Tutto vero invece quanto è emerso nei giorni dello scandalo molestie a Hollywood. È vero che Brad Pitt minacciò pesantemente Harvey Weinstein, quando questi tentò di molestare Gwyneth Paltrow. I due si erano già lasciati, ma tuttora sono grandissimi amici e per lei, Brad Pitt sarebbe in grado di fare qualsiasi cosa. Questo emerge dal racconto dell'attrice.

Brad disse a Weinstein: ‘Se la metti ancora una volta a disagio, giuro che ti uccido'. E bastò questa frase a mettere Harvey Weinstein con le spalle al muro, è stato davvero grande. Ha fatto di tutto per proteggermi, sfruttando la sua fama e il suo potere. Weinstein era un bullo, da allora non ho mai avuto problemi ad affrontarlo. Lo facevo senza paura perché ormai ero anche io un volto Miramax.

Il matrimonio con Brad Falchuk

Prima di una breve e burrascosa storia con Ben Affleck, tra le relazioni più significative per l'attrice c'è certamente quella con Chris Martin, il leader dei Coldplay. Un matrimonio durato dal 2003 al 2016, condito dall'arrivo di due figli, Apple e Moses, ma la storia si è esaurita: "Mi sono resa conto che non ero più io". E adesso, la serenità ritrovata con il produttore Brad Falchuk, che nei voti nuziali ha citato proprio "Shakespeare in Love": "Ha detto che non è un caso che io abbia rappresentato una musa ispiratrice, perché è tutto quello che io rappresento per lui".