Dopo l'esperienza al Grande Fratello Vip che le ha dato una bella spinta di nuova notorietà, Guenda Goria passa dal piccolo al grande schermo e figura tra le protagoniste del film Anime Borboniche, disponibile su Amazon Prime Video, dove recita accanto a volti noti dello spettacolo. Si tratta di un film in costume, girato diversi mesi prima della sua partecipazione al reality, più precisamente una commedia diretta da Paolo Consorti e Guido Morra, ambientata per la maggior parte alla Reggia di Caserta.

Il personaggio nel film

Diplomata in recitazione in una delle più prestigiose scuole del settore, non si tratta della prima volta davanti la macchina da presa per la figlia di Maria Teresa Ruta e Amedeo Goria. Nel 2015, infatti, prese parte al film "Il racconto dei racconti" per la regia di Matteo Garrone, dove si distinse per la scena di un bacio saffico al quale Vincent Cassel assisteva da sotto la sua gonna. In Anime Borboniche, invece, il suo personaggio è decisamente meno audace di quello interpretato anni fa come è lei stessa a raccontare: "Interpreto una dama innamorata dell'arte, un po' ingenua, che si innamora di un artista, che in realtà è un truffatore e che le dà l'illusione di diventare un'attrice. Un personaggio tenero, fantasioso, al confine tra il sogno e la realtà". 

La trama di Anime Borboniche

Il film è una commedia che si addentra nel mondo a tratti marginale dei "figuranti". I registi affrontano i sentimenti e le emozioni di coloro che senza alcun compenso, ma solo per passione, vestono i panni degli aristocratici nelle rappresentazioni di determinate epoche, in special modo quella dei Borbone, che si svolgono in giro per la Campania. I figuranti del Settecendo, quindi, diventano delle figure quasi mitiche, tanto da mischiarsi perfettamente con le "persone comuni", ed è proprio questo rapporto che viene raccontato nel film. Nel cast troviamo attori come Giobbe Covatta, Ernesto Mahieux, Susy Del Giudice, Giovanni Esposito, Rosaria Di Cicco, Giovanni Allocca, Pierluigi Dilengite, Randall Paul, Cinzia Carrea, Massimo De Matteo, Fenicia Rocco e Deborah D'Angelo e Angelo Sepe.