911 CONDIVISIONI
22 Giugno 2017
14:20

Guasto tecnico al Tg5, non partono i servizi e salta l’edizione delle 13

Grande imbarazzo per il conduttore del Tg5 Dario Maltese, costretto a fronteggiare un guasto tecnico che impedisce il lancio dei servizi. Più di dieci minuti di pubblici e ripetute scuse del conduttore, cui fa eco il direttore Mimun: “A volte la tecnologia tradisce:oggi l’abbiamo pagata col tg5 delle 13”.
A cura di Andrea Parrella
911 CONDIVISIONI

Imbarazzo al Tg5 per un guasto tecnico. Quella dell'edizione delle 13 del 22 giugno 2017 sarà una mezz'ora che Dario Maltese non dimenticherà facilmente. Il mezzobusto del telegiornale diretto dal Clemente Mimun si è ritrovato a fronteggiare una situazione di estrema emergenza durante il tg dell'ora di pranzo, che dopo vari tentativi ha costretto la redazione a far saltare l'edizione. Il problema tecnico, stando a quanto comunicato dallo stesso conduttore, è relativo ai servizi, che purtroppo non partono. Si prova subito a prendere tempo con la pubblicità, una pausa record che arriva a superare addirittura i 10 minuti di durata, chiudendosi con un nulla di fatto. Va in onda anche il meteo che, sfumato, lascia i telespettatori in balia delle réclame Mediaset.

Un fatto che ha colpito subito il pubblico da casa, con commenti su Twitter che hanno evidenziato il legittimo e prevedibile imbarazzo del conduttore dell'edizione, ritrovatosi incolpevolmente a dover gestire una situazione surreale. Le difficoltà tecniche sono imprevisti ascrivibili alla definizione tipicamente televisiva del "bello della diretta". Il fenomeno colpisce trasversalmente tutte le redazioni dei telegiornali e capita con frequenza pressoché giornaliera che ci siano difficoltà con il lancio di un servizio e attimi di imbarazzo per il conduttore di turno. Altrettanto numerosi i fuorionda corrispondenti, spesso catturati da Striscia La Notizia, in cui gli stessi conduttori si mostrano infastiditi per i guasti. Mai, tuttavia, si era verificato un caso come quello dell'edizione del Tg5 di oggi, annullata nella sua interezza. Le scuse del Tg5 sono arrivate tramite il direttore della testata Clemente J. Mimun: "a volte la tecnologia tradisce:oggi l'abbiamo pagata col tg5 delle 13, scusate".

Nelle ultime settimane il Tg5 è stato al centro della discussione pubblica anche per un'altra ragione, relativa alla possibilità di un trasferimento dell'intera redazione da Roma a Milano. L'eventualità aveva provocato l'immediata mobilitazione dei giornalisti della testata, decisi a battersi per evitare il trasferimento. Dopo settimane di battaglie, stando a quanto riportato dagli stessi giornalisti, deve essere stato cruciale l'intervento di Papa Francesco, che ha espresso tutta la sua solidarietà nei confronti della redazione del Tg5, augurandosi un ripensamento da parte dell'azienda che, in effetti, ha congelato il trasferimento rinviando al futuro prossimo le valutazioni.

911 CONDIVISIONI
Blackout a La7, salta Tagadà mentre si parla di malocchio e venerdì 13
Blackout a La7, salta Tagadà mentre si parla di malocchio e venerdì 13
Problemi al Grande Fratello Vip, salta la diretta per questioni tecniche
Problemi al Grande Fratello Vip, salta la diretta per questioni tecniche
"Non sono Giovanni Bignami, è deceduto", la gaffe della giornalista su Tg5
15.398 di Spettacolo Fanpage
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni