"Grazie poiché anche voi siete specchio costante del mio approccio qualitativo al lavoro e alla vita", Così Marco Palvetti aveva salutato così su Facebook i fan, un'ora prima dell'episodio di "Gomorra – La Serie" che ha mostrato la sua uscita con un colpo di scena che ha lasciato di stucco tutti.

La morte di Salvatore Conte l'abbiamo anticipata poche ore prima della visione di un episodio che, paradossalmente, mette in campo tutta l'umanità di un personaggio visto prima di questa sera come un uomo senza alcun tipo di scrupolo. Così la sua morte lascia lo spettatore con l'amaro in bocca, una sensazione d'incompletezza che arriva proprio quando il personaggio si rivelava in una sua debolezza, nel suo tallone d'Achille: l'amore per un transessuale. Ma "Gomorra" è il posto dove le debolezze non sono concesse, nemmeno ai Salvatore Conte.

Grazie poiché è con voi e anche per voi che accresce la mia voglia di vivere le vite più diverse e raccontare le anime che incontrano le anime in questo paradosso meraviglioso che è "il gioco serio";
Grazie poiché anche voi siete specchio costante del mio approccio qualitativo al lavoro e alla vita e che da ancora un senso a tutto ciò; Grazie perché siete la speranza che si scontra ogni giorno con il vizio corrotto del mercato che soffoca il merito e con un sistema assuefatto al consumismo!
Grazie! Grazie! Grazie! ….se nn c'è poesia, se non ci sono "doni", possiamo anche "desistere"….magari le cose cambiano.  Esigete sempre la qualità.