Quelli appena trascorsi devono essere stati giorni complessi per Giorgio Mastrota, volto televisivo e attore nella serie televisiva "Romolo + Giuly", in uscita su Fox il 17 settembre. Motivo del suo turbamento? Gli attacchi di cui è stato vittima dopo uno spot pubblicato da Fox nei giorni scorsi in cui Mastrota, interpretando il personaggio che ha nella serie, fa una telepromozione per la serie utilizzando classici stereotipi negativi su Roma e, in particolare su Napoli, in riferimento alla spazzatura.

Il commento di Giorgio Mastrota

La cosa non è stata presa benissimo da parte della cittadinanza e nei suoi confronti, anche da parte di alcuni personaggi del mondo dello spettacolo partenopeo come Peppe Iodice, sono arrivati attacchi per le affermazioni fatte nello spot, non comprendendo che quello interpretato fosse un personaggio di fantasia. Mastrota, che per giorni non si è espresso sulla cosa, ha risposto in occasione della conferenza stampa di "Romolo + Giuly", in un'intervista rilasciata a Davide Maggio:

Ci sono stati dei teaser andati sul web che mostravano alcune parti della serie ed una in particolare in cui io televendevo e parlavo male di Napoli, di Roma e invece bene di Milano, dicendo che ha le passerelle della moda mentre Napoli ha la spazzatura. I classici luoghi comuni e stereotipi stupidi, che usavo proprio come divertissement. Ma non è stato capito come tale e me ne hanno date di santa ragione. Ho trascorso uno o due giorni un po’ destabilizzanti, poi è intervenuto l’attore Fortunato Cerlino che mi ha visto e sentito un po’ giù e mi ha detto: aspetta che lascio io un messaggio e faccio capire a queste persone che quello è un personaggio e non è la tua persona a dire queste cose. E’ stato un fraintendimento, però quando ti arrivano certe bordate anche sui figli…

Fortunato Cerlino difende Giorgio Mastrota

Cerlino, Don Pietro Savastano nella serie Gomorra e tra i protagonisti di "Romolo + Giuly", si è sentito chiamato in causa e ha deciso di pubblicare un video sui social per fare chiarezza sul ruolo di Mastrota nella serie e l'assurdità della polemica.