"Buongiorno, mamma!" è la fiction di Canale 5 in onda da mercoledì 21 aprile che sta conquistando il pubblico, tra colpi di scena e ascolti finalmente importanti per Mediaset. Ginevra Francesconi è una delle giovani attrici su cui ruotano le tante trame verticali della fiction scritta da Elena Bucaccio e diretta da Giulio Manfredonia e Matteo Mandelli. A Fanpage.it, l'attrice che abbiamo già apprezzato in "Genitori vs Influencer" ci parla del quarto episodio della serie: "Non vedo l'ora di vedere il finale di puntata. Mi mette adrenalina pensare a quello che sarà l'accoglienza per questa scena". Nella scena, molto forte, c'è anche Beatrice Arnera, l'attrice che interpreta Agata.

Ginevra, parliamo del cambio di programmazione. Siete passati dal mercoledì al martedì: ve lo aspettavate? 

Non ce l'aspettavamo, è stato del tutto inaspettato. Noi del cast l'abbiamo saputo attraverso i social network. Però vediamo come reagirà il pubblico. Siamo ottimisti, siamo sicuri che andrà bene. Siamo contenti dei commenti sui social, è una serie che sta andando bene e non siamo preoccupati.

La quarta puntata ti vede protagonista di un episodio molto particolare, molto forte. Parliamone. 

Una scena molto dura che non vedo l'ora di vedere e che vede protagonista me e Beatrice Arnera. Ce lo siamo sempre dette dopo averla girata. È una scena che arriva proprio a chiudere l'ottavo episodio e quindi la quarta puntata. Sì, è una scena forte che non vediamo l'ora di far vedere al pubblico perché ci siamo impegnati tutti tanto, dentro e fuori dal set.

È difficile non fare spoiler, sapendo di cosa si tratta ma proviamo ad approfondire.

Basta dire che è un colpo di scena che lascerà tutti con un cliffhanger finale. Scopriremo tutto il resto nella prossima puntata. È stato molto impegnativo girare la scena perché faceva molto freddo. Erano le quattro di notte, ci trovavamo sul lago di Bracciano. Sono davvero senza parole, mi mette adrenalina pensare a quello che sarà l'accoglienza per questa scena.

Com'è stato lavorare con Raoul Bova? 

Tutto il cast più giovane ha amato lavorare con Raoul. Lui è una persona umile e sempre pronta ad aiutarti anche nelle scene che sono più complesse, più difficili. Lui è sempre pronto a ripetere una scena, disponibile anche a fermarsi durante le difficoltà. La sua presenza è stata importante, fondamentale. Sono molto contenta di aver lavorato con lui e questo si nota che c'è stato tanto impegno da parte tutti e il legame che si è creato tra lui e noi ragazzi.

"Buongiorno, mamma!" è ispirato alla storia vera di Angela e Nazzareno Moroni. Come si lavora a un progetto del genere?

Sapere che era tutto ispirato a una storia vera mi ha responsabilizzato molto. Sai che devi portare a termine qualcosa di unico, di delicato e di speciale. Il fatto che fosse una storia così importante, che fosse tutto vero, ci ha legato tutti ancora di più durante le riprese perché ogni scena aveva un background importante alle spalle e fino alla fine, fino all'ultimo giorno, siamo stati trasportati da tutte queste emozioni.

Si parla di rilancio della fiction Mediaset anche grazie al successo di "Buongiorno, mamma!". La seconda stagione arriverà?

I risultati erano inaspettati. Speravamo e abbiamo sempre creduto nel progetto, ma senza particolari aspettative. Il feedback positivo ci fa piacere e sicuramente è una serie che lascerà molti punti interrogativi. Quindi, perché no, speriamo di fare una seconda stagione. I presupposti ci sono.

Il Valerio Lundini che c'è in me vuole sapere: perché, dopo "Genitori VS Influencer", in "Buongiorno, mamma!" sembri un po' più piccola rispetto al film con Fabio Volo?

Dici? Abbiamo fatto una settimana di riprese a marzo 2020 e poi staccato per il primo lockdown. Abbiamo ricominciato a luglio 2020. Poche settimane dopo sono cominciate le riprese di "Genitori vs Influencer". Sono così tanto cambiata?