Gina Lollobrigida si è sottoposta al vaccino anti Covid. L'attrice, 93 anni, ha ricevuto la sua dose il 18 gennaio, dopo essersi recata al Campus Bio-Medico di Roma dove era stata chiamata per ricevere la dose vaccinale.

Il Corriere della Sera ha intervistato Gina Lollobrigida, chiedendo le prime impressioni sul vaccino, per il quale spera di essere un simbolo: "Io non ho mai dato credito ai negazionisti. Ma non si rendono conto? Al contrario, vaccinarsi mi sembra un’ottima occasione per dimostrare che se stiamo uniti, se facciamo tutti la cosa giusta, possiamo uscire fuori dalla pandemia. Ci tengo a dire a tutti che non devono aver paura". 

Nessun dolore o fastidio, Gina Lollobrigida racconta di non essersene nemmeno accorta: "Mi avevano fatto una testa così ed ero arrivata un po’ prevenuta. Invece mi sono meravigliata: questo vaccino per il Covid-19 della Pfizer non mi ha procurato nessun dolore. L’8 febbraio dovrei fare il richiamo".

Gina Lollobrigida: "Io voglio vivere, mi sono tolta un pensiero"

Un passo che oggi la rende contentissima e la fa sentire in totale sicurezza: "Io voglio vivere! E adesso mi sono levata pure questo pensiero". Ad accompagnarla c'era Andrea Piazzolla, che nel frattempo è accusato di circonvenzione di incapace nei confronti di Lollobrigida e il 19 gennaio è prevista una nuova udienza del processo.
"Lui è il mio angelo custode – così lo definisce la Lollo – Lo dico veramente: mi ha già salvato la vita quattro volte. Sono felice che in questo periodo stia con me e mi aiuti a vivere. Perché, sia chiaro, io voglio voglio vivere. E poi devo lavorare! Ho ancora delle sculture da finire…".

La pandemia per l'attrice 93enne

Un periodo, questo della pandemia, che Lollobrigida ha raccontato di vivere con una certa serenità, nonostante le precauzioni adottate per evitare il rischio contagio: "È la prima volta che prendo un po’ di riposo, perché le vacanze non le ho mai fatte. Quindi non mi dispiace. Essere assediata dagli altri non è piacevole dopo tanti anni: so che lo fanno per affetto, ma io sto bene anche senza avere troppe persone intorno".