Il complesso caso di Gina Lollobrigida torna al centro delle cronache di Domenica Live. Uscita da una brutta polmonite che l'ha costretta al ricovero in ospedale, la grande attrice è tornata per la prima volta in tv, ospite di Barbara D'Urso al fianco del giovane assistente Andrea Piazzolla, di 29 anni.

"Sono dovuta tornare in ospedale tre volte, ora spero di essere guarita", ha iniziato l'attrice raccontando il recente ricovero. L'argomento al centro dell'intervista è stato però il suo rapporto con Piazzolla, accusato da molti di aver manipolato l'attrice per interessi personali. Tra i più furiosi detrattori del giovane c'è l'ex della Lollo, Javier Rigau Rafols, da cui la diva sostiene di essere stata ingannata, tanto da ritrovarsi sposata a lui per procura a sua insaputa.

Piazzolla: "Dicono che drogo Gina, assurdo"

Piazzolla ha smentito categoricamente le insinuazioni contro di lui:

Ci siamo conosciuti 10 anni fa, le ho dato un aiuto a organizzare una mostra. Poi ho iniziato a lavorare al suo fianco, Gina mi ha dato spazio. Rigau dice quelle cose perché, scusate l'espressione, si vede che gli brucia il sedere per quello che è venuto fuori. Non ci sono denunce contro di me, solo parole sui giornali. Alcune persone mi hanno detto che è stato chiesto loro testimoniare che drogo Gina. Si diceva addirittura che la tenessi segregata dentro casa. Non potrei mai fare una cosa del genere. La perizia ha confermato che Gina è lucidissima.

L'attrice ha confermato la sua totale fiducia nei confronti del collaboratore, smentendo definitivamente le voci secondo cui Piazzolla sarebbe addirittura il suo fidanzato segreto, nonostante i 61 anni di differenza.

Rigau ce l'ha con Andrea perché ha trovato tutte le prove per condannarlo. Io voglio vederlo in galera, è un mascalzone. Andrea è un ragazzo intelligente, una persona capace e seria, per questo c'è un rapporto di lavoro. Prima dicevano che era mio figlio, ora che è il mio fidanzato. Lasciamo parlare questi chiacchieroni, non mi metto al loro livello.

Gina Lollobrigida alla D'Urso: "Basta chiacchiere"

La Lollo ha quindi parlato brevemente del rapporto difficile con il figlio Andrea Milko Skofic e il nipote Dimitri. L'attrice ha però tagliato corto, specificando (con una frecciatina rivolta alla stessa D'Urso) di non voler perdere tempo in chiacchiere inutili sulla sua vita privata.

Mio nipote è  venuto a trovarmi in ospedale. Doveva essere qui oggi, ma non è stato bene. Noi siamo sempre stati molto vicini, il problema è che per vedermi deve chiedere il permesso ai suoi genitori. Lui sa che gli voglio bene. Anche mio figlio è venuto a trovarmi in ospedale. Comunque non sono venuta qui per sentire tutte queste chiacchiere inutili. Aspettate la mia biografia. È la mia vita, vivo come voglio vivere.