Non fa mai bene fare bilanci in negativo alla fine di un anno, ma è chiaro che questo 2020 parte con l'handicap, visto tutto quello che è accaduto con la pandemia da Coronavirus che ha travolto il mondo. Oltre alla dolorose perdite di migliaia di persone, sono tanti anche i personaggi del mondo dello spettacolo cui siamo stati costretti a dire addio. Ci siamo addomesticati al dolore, ma gli addii di quest'anno sono stati molti e dolorosi.

Lo scorso marzo è scomparsa Suor Germana, personaggio televisivo celebre per essere diventata molto popolare grazie alla sua passione per la cucina, oltre che per aver scritto numerosi libri di cucina. Sempre nel mese di marzo se n'è andata anche Lucia Bosè, l’attrice italiana, madre di Miguel Bosé, le cui condizioni di salute precarie hanno aperto la strada al Covid. L’ex Miss Italia aveva 89 anni.

Per quel che riguarda il mondo della televisione, tra aprile e maggio abbiamo salutato i giornalisti Franco Lauro e Sandro Petrone, il primo volto di punta di Rai Sport, il secondo uno dei più noti del Tg2, così come Claudio Ferretti, voce storica di Tutto il calcio minuto per minuto. A luglio di quest'anno se n'è andato invece Ennio Morricone, icona del nostro cinema e della nostra musica. Pochi giorni dopo è toccato a Sergio Zavoli, storico giornalista e simbolo assoluto della Rai e della televisione italiana.

Sempre ad agosto è morta Franca Valeri, che se n'è andata pochi giorni dopo aver compiuto 100 anni. A settembre è morto Philippe Daverio, storico volto della Tv italiana, autore e conduttore di Passepourt e grande divulgatore culturale. Letale si è rivelata la parte finale dell'anno. Prima con la morte di Stefano d'Orazio, il musicista dei Pooh che se n'è andato a causa del Covid, che ha peggiorato le sue già precarie condizioni di salute. Poche settimane dopo se ne va Gigi Proietti, nello stesso giorno in cui avrebbe compiuto 80 anni. Inevitabile includere in questa lista Diego Armando Maradona e Paolo Rossi, due grandi sportivi, diversamente eterni, che oltre ad aver segnato la storia del calcio rimarranno due simboli indelebili.