Tra i conduttori che hanno resistito all'effetto svuotamento da virus della televisione, c'è sicuramente Giancarlo Magalli, in onda ogni mattina con I Fatti Vostri. In un'intervista rilasciata al Fatto Quotidiano Magalli ha descritto questa esperienza, per certi versi desolante, che lo ha portato a ritrovarsi sempre più solo, giorno dopo giorno: "Prima Paolo Fox, poi l'orchestra di Demo Morselli, a seguire trucco, parrucco e costumi".

Ma lui resta saldo al comando della trasmissione, vista anche l'assenza di particolari necessità estetiche: "Ho tre giacche nel camerino; (ride) chi va in crisi sono le donne. Non sono capaci di truccarsi da sole, sono improvvisamente invecchiate di vent' anni". Parole che pronuncia col solito sarcasmo che lo contraddistingue e che, talvolta, sembra lo porti fuori giri: "Io al massimo mi devo tagliare i capelli".

Magalli sulla preghiera di Barbara d'Urso e Salvini in Tv

Quanto alla televisione, non poteva mancare un suo commento sulla vicenda televisiva della settimana, l'Eterno Riposo recitato da D'Urso-Salvini che ha fatto infuriare migliaia di telespettatori, al punto da indurre molti tra loro a firmare una petizione per chiedere la cancellazione dei programmi della conduttrice di Canale 5. Il parere del conduttore di Rai2 è chiaro al riguardo e non troppo distante da quello espresso da alcuni colleghi che si sono pronunciati al riguardo: "Prego che cessino queste preghiere".

Magalli e il Coronavirus: "Impari a capire le priorità"

Giancarlo Magalli affronta ogni mattina la realtà quotidiana plasmata dagli effetti del Coronavirus e non nasconde una certa preoccupazione per il futuro: "Adesso dobbiamo affrontare le questioni grosse, ma con il successivo rimbalzo economico saranno altri guai". Da questa fase una cosa positiva la sta tuttavia comprendendo: "È come avere il cancro e guarire: metti in ordine i valori, capisci quali sono le priorità".