Ospite della puntata di "Io e te", il programma pomeridiano condotto da Pierluigi Diaco, è stato Giancarlo Magalli. Il conduttore de i "Fatti Vostri" nonché prolifico autore tv, si è raccontato nel corso della trasmissione, rievocando i successi collezionati nell'arco della sua lunga carriera, durante la quale ha ricoperto vari ruoli: da autore a conduttore, da sceneggiatore ad attore e doppiatore, ma non ha dimenticato anche alcuni momenti intensi della sua vita privata. Eppure, il ricordo del passato non è bastato a commuovere il noto volto tv che, invece, ha chiarito che non avrebbe versato una lacrima, innescando un interessante botta e risposta con il giornalista.

Giancarlo Magalli ricorda la madre

Giancarlo Magalli è senza alcun dubbio uno dei volti storici della tv italiana, protagonista di programmi di successo che hanno caratterizzato alcune epoche televisive, sia dal punto di vista autoriale, mettendo in piedi programmi come "No Stop", sia dal punto di vista strettamente televisivo conducendo in solitaria o accanto ad altri nomi noti del piccolo schermo, diversi programmi che hanno fatto la storia della tv. "Io ho fatto di tutto sono attore e autore teatrale di commedie che hanno avuto successo, attore e sceneggiatore di una ventina di film che non sono tra i più brutti della storia, conduttore di programmi di successo, ho davvero fatto di tutto" così esordisce Magalli parlando della sua carriera, prima di addentrarsi in quelle che sono le difficoltà del suo mestiere: "Condurre un programma che va in onda tutti i giorni ed essere di conforto alla gente non è semplice, pensa che qualche anno fa alle 8 di mattina ero accanto al letto di mia madre che moriva, e alle 11 ero in video, è difficile ma si fa, con la morte nel cuore ma si fa". 

La risposta di Magalli a Pierluigi Diaco

Il pensiero della madre fa in modo che Pierluigi Diaco possa approfondire le sue domande, sempre più intime e incalzanti, relative al rapporto che il conduttore aveva con la sua adorata mamma, al che Magalli sbotta: "Non ci provare eh, guarda che non piango, non riuscirai a farmi piangere, lo so che qui ci si commuove, ma siamo qui in allegria, tanto se non piango io, piangi te, insomma c'è sempre qualcuno che deve piangere". L'affermazione in qualche modo ha incuriosito Diaco che immediatamente ha posto una contro domanda al suo ospite chiedendogli: "Ecco voglio chiederti, secondo te nei programmi in cui ci si commuove, qui ci si commuove, tu pensi che i momenti di commozione qui siano costruiti o siano reali?". Davanti ad una domanda del genere Magalli è stato chiaramente preso in contropiede e la sua risposta non poteva che essere questa: "No, ovviamente no", nonostante poco prima non aveva avuto problemi nell'ammettere che in alcune trasmissioni capita che momenti di questo tipo siano studiati a tavolino.