Update: gli ascolti usciranno entro il pomeriggio di oggi, 13 novembre

Gli addetti ai lavori della televisione aspettavano con fermento i dati Auditel sugli ascolti di domenica 12 novembre: l'esordio della nuova attesissima fiction di Canale 5 "Rosy Abate" è riuscito a battere "Che tempo che fa" di Fabio Fazio? E ancora, com'è andato l'esordio di "Non è l'Arena", il nuovo programma che Massimo Giletti conduce su La7 dopo il divorzio dalla Rai, proprio in contrapposizione a Fazio? Si attendeva insomma una mattinata caldissima, rovinata però da un colpo di scena: per problemi tecnici, Auditel non pubblicherà i dati prima delle ore 16. Ed ecco scatenarsi dubbi, critiche, e persino qualche insinuazione complottista.

Ritardo Auditel, i precedenti.

Sui social in molti si chiedono come mai i numeri tardino ad uscire proprio oggi, in una giornata così delicata. Auditel parla ufficialmente di "un problema di produzione" e non si tratta, del resto, della prima volta. Nel 2015 ci fu addirittura uno stop di due settimane perché furono rivelati per sbaglio i nomi delle famiglie coinvolte nella misurazione dei dati. Poi, nell'estate 2017, l'introduzione del nuovo sistema SuperPanel ha fatto sì che per settimane gli ascolti uscissero con diverse ore di ritardo.

L'ironia di Giancarlo Leone.

Alla notizia del ritardo, l'ex direttore di Rai1 Giancarlo Leone ha commentato così, in un tweet: "Auditel rivendica il ruolo di co-protagonista nello scenario tv e dunque si fa attendere come fanno le star. Come dargli torto se tutti pendono dalle sue labbra". Un messaggio evidentemente venato di ironia, che sembra mettere in discussione l'affidabilità ma anche l'importanza stessa del sistema di misurazione degli ascolti.

Il commento di Urbano Cairo.

A commentare il disguido è anche il patron di la7 Urbano Cairo: “Mi stupisce molto che proprio oggi, dopo il primo duello tra Fazio e Giletti, ci sia un ritardo così importante della pubblicazione dei dati Auditel di ieri sera. Non voglio pensare male, anche se qualcuno diceva che a pensar male si fa peccato ma si indovina (…) Mi ha colpito un messaggio di Giancarlo Leone che di Rai e di Auditel se ne intende il quale dice, magari in modo un po’ sibillino, che l’Auditel rivendica il ruolo di coprotagonista dello scenario tv e quindi si fa attendere. Non capisco se questa cosa è solo una battuta o altro. Comunque aspettiamo di vedere i dati, intanto ieri sera mi sono goduto la prima di Giletti che è stata eccellente”.

La spiegazione di Auditel.

Auditel replica con un comunicato in cui spiega le ragioni del ritardo: "Auditel comunica che i dati sull’ascolto della televisione di domenica 12 novembre hanno subito un ritardo nell’orario di pubblicazione a causa di un rallentamento riscontrato in un server di produzione Nielsen. I dati sono integri e perfettamente raccolti. Il ritardo della pubblicazione è dovuto esclusivamente ai protocolli di controllo qualità della Società che prevedono, in circostanze di questo tipo, una doppia procedura di verifica a tutela della massima accuratezza delle informazioni. Per effetto di questo processo, i dati di ascolto di domenica verranno regolarmente rilasciati al mercato entro il pomeriggio di oggi".