Nella 19esima puntata del Grande Fratello Vip arriva un momento emozionante per uno dei concorrenti, infatti, nella casa più spiata d'Italia entra il signor Pasquale, il padre di Massimiliano Morra. Tra i due c'è stato un confronto che, però, ha avuto due fasi, la prima nella quale hanno parlato da soli, dopo un po' si è aggiunto alla conversazione anche Tommaso Zorzi, chiamato in causa proprio dal padre di Morra che con l'influencer ha voluto chiarire alcune cose.

Il saluto di Massimiliano e suo padre

L'incontro tra padre e figlio avviene molto velocemente, Massimiliano Morra racconta al padre alcuni momenti di questa sua esperienza, sottolineando quanto sia stato contento di aver incontrato Adua, con la quale è riuscito ad avere un chiarimento, dopo tanti anni. Il padre, quindi, cerca di dare un consiglio al gieffino: "Tira fuori gli attributi, non pensare troppo alle cose,  intervieni, perché la gentilezza non sempre ripaga. Devi usare qualche vaffa come lo dice la contessa". L'attore, poi, parlando di suo padre ad Alfonso Signorini: "è sempre stato un uomo all'antica, c'è sempre stato, anche se non ci siamo detti tante cose". 

Lo scontro con Tommaso Zorzi

Arriva il momento del confronto con Tommaso Zorzi che entra nel salone dopo essere stato chiamato da Signorini. Il padre di Massimiliano Morra prende le difese di suo figlio che è stato più volte deriso dai suoi coinquilini, come hanno anche mostrato alcune clip:

Sono deluso da te perché tu l'altra sera hai messo in scena un teatrino di cattivo gusto, non mi aspettavo che tu ne facessi parte, voi avete riso di una persona che non era presente, io parlo come persona di 60 anni e non come padre di Massimiliano. Tu sei entrato qui dicendo che hai sofferto perché in passato sei stato deriso e hai fatto la stessa cosa.

L'influencer non ha esitato a rispondere e a difendersi: "Quello che ho subito io nella mia vita sono state cose reiterate per anni, non una cosa di due minuti. Non abbiamo preso in giro nessuno. Capirà che il vostro modo di pensare, la vostra velocità di pensiero mi ha dubitare della veridicità delle cose che dice suo figlio". Il 25enne non esita poi a rivolgersi con sdegno a Morra, sottolineando di essersi difeso in diretta televisiva: "Io mi sono dovuto difendere da te che hai più di 30 anni e da tuo padre che ne ha 60, in diretta tv e non aggiungo altro".