Si intitola ‘A Primeira Tentação de Cristo‘, la prima tentazione di Cristo, il film brasiliano targato Netflix che sta scatenando le polemiche. Sono tanti, infatti, i cristiani che in queste ore ne stanno chiedendo la rimozione perché blasfemo e irrispettoso della religione cristiana. La pellicola è prodotta dagli irriverenti Porta Dos Fundos, i cui video ironici su YouTube sono seguitissimi in Brasile.

La trama del film A Primeira Tentação de Cristo

La trama del film ‘A Primeira Tentação de Cristo', affronta in modo fantasioso e ironico la storia di Gesù. Dopo aver trascorso 40 giorni nel deserto, infatti, Gesù torna a casa. Ad attenderlo ci sono Maria e Giuseppe che hanno organizzato una festa per lui. I genitori hanno un'importante rivelazione da fargli. Gli dicono, infatti, che è stato adottato da Giuseppe e che il suo vero padre è Dio. Anche Gesù, però, ha qualcosa da dire ai genitori. È gay ed è fidanzato con lo spumeggiante Orlando. Inoltre, non ha alcuna intenzione di adempiere alla missione affidatagli da Dio, ossia quella di diffondere la sua parola nel mondo. Preferisce starsene alla larga da eccessive responsabilità.

Le polemiche e la petizione per rimuovere il film da Netflix

La pellicola ha causato accese polemiche. I cristiani che hanno assistito al film, uscito il 3 dicembre come speciale di Natale su Netflix Brasile, hanno espresso il loro disappunto nel vedere dileggiata la loro tradizione religiosa. La petizione presentata su Change.org ha superato 1 milione e 300 mila firme. Sul sito, si legge: "Contro il film di Natale ‘A Primeira Tentação de Cristo', per la rimozione del film dal catalogo di Netflix e perché i Porta Dos Fundos vengano ritenuti responsabili del reato di vilipendio della fede". Infine, si richiede un intervento pubblico "per avere offeso gravemente i cristiani". La petizione è stata rilanciata su Twitter anche da Eduardo Bolsonaro, figlio dell'attuale Presidente del Brasile. Il politico si è unito alla protesta:

"Netflix ha lanciato uno speciale di Natale in cui Gesù è gay e ha una relazione con Orlando, interpretato da Fabio Porchat. Inoltre, si rifiuta di predicare la parola di Dio. Siamo a favore della libertà di espressione, ma perché attaccare la fede dell'86% della popolazione?".

Non resta che attendere le prossime settimane per scoprire se ci saranno delle evoluzioni.