Georgette Polizzi sarà protagonista con un'intervista molto emozionante a Seconda vita, il programma di Real Time condotto da Gabriele Parpiglia. Nella puntata in onda mercoledì 13 novembre, la stilista lanciata un tv da Temptation Island si aprirà su argomenti molto delicati: non solo la lotta alla sclerosi multipla, ma anche la tragica morte della madre.

Il trauma vissuto da bambina

Georgette ha sposato il suo "Momo" Davide Tresse lo scorso 15 settembre, coronando il suo sogno d'amore dopo un periodo difficilissimo. In Tresse, la Polizzi ha sempre dichiarato di aver trovato la famiglia che non aveva mai avuto. Si sapeva già che la madre morì quando lei era ancora piccola e che non è mai riuscita ad allacciare i rapporti con il padre biologico, che per molto tempo ha creduto addirittura morto. A Seconda vita, Georgette ha svelato per la prima volta che la mamma è stata vittima di un omicidio:

Mia madre ha avuto una morte terribile, causata dal suo compagno. Per me è stato scioccante, c’era sangue in ogni dove.

La lotta alla sclerosi multipla

Ampio spazio è stato dedicato alla malattia della Polizzi, diagnosticata nel 2018. Improvvisamente, perse la sensibilità con gli arti e si recò d'urgenza in ospedale: "Il mio corpo mi stava già abbandonando. Mi abbracciavano e non sentivo più che mi toccavano. Mi sono ammalata […] In corridoio i medici parlavano, ho sentito la parola "Sla", poi sono arrivati da me con una carrozzina. Ho pensato che volevo ammazzarmi, mi sentivo uno schifo”. I dottori hanno presto ridimensionato la diagnosi, escludendo la terribile Sclerosi Laterale Amiotrofica e scoprendo che Georgette soffre di sclerosi multipla. Con molta forza, la stilista si è curata ed è tornata a camminare, anche se dovrà continuare a effettuare terapie e a convivere con gli effetti della malattia per tutta la vita.

Gli haters contro Georgette

In quel contesto già arduo, la Polizzi ha dovuto fare i conti anche con i soliti haters, che hanno addirittura messo in dubbio la veridicità della sclerosi. Per dimostrare di essere davvero malata, ha mostrato i documenti su Instagram: "C’è stata gente che ha scritto che era tutto inventato e finto, ho dovuto far vedere sui social la mia diagnosi, la cartella clinica con la diagnosi di sclerosi multipla".