Paola Ferrari manda l'ennesima frecciatina alla "rivale" Diletta Leotta, che nel corso del commento alla partita Lazio-Juventus del 7 dicembre ha regalato una gaffe piuttosto clamorosa in campo musicale. Allo stadio Olimpico è stata mandata in sottofondo la canzone "I giardini di marzo" di Lucio Battisti, ma la Leotta ha fatto un po' di confusione attribuendola ad Antonello Venditti, per giunta tifoso storico della Roma.

La Leotta si scusa, Paola Ferrari affonda

L'errore della conduttrice catanese (che già nei giorni scorsi aveva fatto parlare per un'altra gaffe col portiere Samir Handanovic) è passato tutt'altro che inosservato, nonostante le scuse arrivate subito dopo. Soprattutto se n'è accorta la Ferrari, che ha colto l'occasione per attaccare anche stavolta la collega, ironizzando su Twitter: "Pronta per Sanremo". La Leotta sarebbe infatti vicinissima a condurre lo storico Festival della canzone italiana al fianco di Amadeus, il prossimo febbraio. Urge probabilmente un ripassino musicale, anche se va detto che un lapsus può sempre capitare.

Contro Diletta Leotta valletta a Sanremo

Non è la prima volta che Paola Ferrari contesta la presenza della Leotta al Festival di Sanremo. "Si parla spesso di voler dare un ruolo rispettoso alle donne che appaiono in televisione e questo è giusto", ha dichiarato a TvTalk qualche giorno fa, "Ma alla fine, nei fatti si va verso altre direzioni: mandare Diletta Leotta a San Remo ha un senso pratico secondo voi? Vogliamo dare una scossa? Io vorrei vedere donne vere come Bebe Vio. Lei è una donna italiana che mi dà orgoglio e mi fa sentire voglia di essere una donna italiana. Non una donna che va in tv per le sue forme".