Gabriella Privitera, mamma di Fabrizio Corona, è intervenuta ospite di Massimo Gliletti a Non è l'Arena, per parlare del recente ritorno del figlio in carcere. "Sono qui da lei perché ha aiutato Fabrizio, ha tirato fuori la parte bella di  lui. Vedo che lo aiuta e non lo usa", ha esordito la Privitera, ricordando la recente collaborazione tra Fabrizio e Giletti nello stesso programma di La7. La donna non è stata affatto indulgente nei confronti del figlio per i recenti comportamenti in tv (dal controverso intervento all'Isola dei famosi, con il caso Fogli, alle affermazioni deliranti a Non è la D'Urso), ma insiste nel sostenere che Corona abbia problemi mentali che richiedano una cura:

Negli ultimi tempi l'ho visto stravolto. I suoi comportamenti negli ultimi programmi televisivi sono stati fuori dalle righe. Fabrizio è chiaramente una persona con dei problemi da curare. Gli ho detto: "Devi lasciare il personaggio Corona, perché non voglio che tu soffra ancora". Se resta il personaggio, lui soffre, entra ed esce dalle carceri perché i suoi comportamenti vanno contro le regole della società, del vivere comune. Non può non osservare le regole, ma questo non lo capisce. Non c'è possibilità di farglielo capire. In carcere, però, l’ho visto incredulo ma nello stesso tempo forse ha preso consapevolezza che stavolta ha esagerato ed è stato carnefice di se stesso. Sicuramente il carcere può essere uno stop per lui, ma non è il posto dove deve stare. Lui deve essere curato. L'ho trovato tranquillo, ma non so se questa tranquillità è sinonimo di rassegnazione. Lui è disturbato, non si rende conto che certi comportamenti lo portano in carcere.

Il rapporto di crisi tra madre e figlio

Negli ultimi tempi, i rapporti tra Corona e la madre sono stati pessimi. Per un lungo periodo i due non si sono parlati e solo recentemente si sono riappacificati. Tuttora, però, il dialogo è difficile e la Privitera è convinta che in qualche misura il figlio si tenga lontano da lei per proteggerla: "Ultimamente con me Fabrizio è cambiato. Prima c'era un rapporto di grandissimo amore, stima reciproca, compagnia. Poi si è allontanato da me perché, secondo la mia interpretazione, io rappresento per lui la sua coscienza, tutto quello che lui era, che io desideravo che fosse. Mi tiene a distanza, forse per non farmi del male. Sicuramente tra noi c'è un grande amore".

Gabriella non perde la speranza per il figlio

Corona è tornato in carcere per aver violato alcune regole dell'affidamento terapeutico (in particolare gli orari di rientro la sera, l'uso dei social e le ospitate in tv). Pur non assolvendolo, la Privitera ritiene che Corona non si renda conto della gravità delle sue azioni: "Lui viola le regole nella misura in cui è disturbato. Non ha la coscienza del suo comportamento autodistruttivo, ce l'ha solo quando si è già autodistrutto". Convinta che questo percorso sia derivato da una serie di cattivi incontri che l'hanno condotto in una spirale devastante, mamma Corona è altrettanto certa che il figlio riuscirà a ritrovarsi:

Fino a 20 anni era un ragazzo bravissimo. Poi ha incontrato delle persone sbagliate. A un certo punto ha conosciuto il dio denaro. Non ha mai avuto cattivi esempi. Io e mio marito abbiamo sempre lavorato, come persone semplici. Mio marito (Vittorio Corona, ndr), anche se era un grande giornalista, non si è mai arricchito, perché era un uomo onesto, mai sceso a compromessi. Tutti abbiamo tappe. Fabrizio ha avuto una bella adolescenza, poi c'è stato questo lungo periodo disastroso in cui si è perso, ma io ho la certezza che ci sarà un’altra tappa nella sia vita dove lui sarà un uomo vero e capace di essere diverso.