Francesco Arca è stato ospite di Silvia Toffanin nella puntata di Verissimo andata in onda il 26 ottobre. L’attore, tra i protagonisti della fiction L’isola di Pietro, ha raccontato com’è cambiata al sua vita dopo essere diventato padre di Maria Sole e Brando, i figli nati dal legame con la compagna Irene Capuano. Silenzioso e incline alla malinconia, sarebbe cambiato con la nascita dei suoi figli. Solo dopo quel momento, si sarebbe concesso davvero di essere felice. Un ricordo che ha portato l’attore a commuoversi:

Prima dei miei figli non ero mai stato felice. Sono stato sereno, anche molto sereno, ma mai felice. Avevo paura di provarla la felicità perché temevo finisse. Quando sono nati i miei figli, ho smesso di avere paura. È nato in me un senso di responsabilità che mi ha portato a capire che dovevo smettere di pensare, dovevo agire. Questo mi ha portato ad avere più sicurezza in me stesso e nel lavoro. Ecco perché quando nasce un figlio rinasci anche tu.

Maria Sole e Brando, i figli di Francesco Arca

Sono Maria Sole e Brando Maria i figli di Francesco Arca. La primogenita è nata 4 anni fa, mentre Brando ha appena un anno e mezzo. A entrambe le nascite dei suoi figli, Francesco ha assistito. Lo ha voluto fortemente, benché l’esperienza gli fosse stata sconsigliata: “Ho assistito al parto come un infermiere provetto. Pensavo di svenire ma non è accaduto, anche se nessuno voleva che io entrassi in sala operatoria. Mia figlia Maria Sole è psicolabile come me (ride, ndr), è malinconica, bisogna starle dietro, cercare di capirla. Mio figlio è un parac***, appena mi vede mi corre incontro. Somiglia a sua madre Irene. Lei mi sopporta, il suo più grande pregio è l’immensa pazienza nei miei confronti. Sono un uomo complicato, ci vediamo poco e amo molto il silenzio”. A entrambi i suoi bambini sta cercando di insegnare la generosità:

Ero con mia figlia e stavamo andando a fare colazione al bar. Abbiamo visto un uomo che chiedeva l’elemosina e ho dato una moneta a Maria Sole perché gliela desse. Poi siamo andati al bar e le ho preso un cornetto. Ne ha mangiato metà e l’altra metà avremmo dovuto portarla a casa. Quando è uscita dal bar, si è avvicinata a quell’uomo e gli ha dato il suo cornetto. Un gesto ti questo tipo da una bambina di 4 anni mi ha riempito d’orgoglio.

Francesco Arca è stato vittima di bullismo

Arca ha poi concluso la sua intervista parlando di bullismo, qualcosa che lui stesso avrebbe subito quando era un ragazzino. Diversamente da tanti altri giovanissimi, Arca sarebbe riuscito a reagire: “Ho reagito al bullismo, non sono stato passivo e credo che sia l’atteggiamento giusto. Nel mio caso il bullismo era fisico, quindi sono riuscito a reagire. Quello verbale è più sottile. Ai miei figli insegno la generosità”.

Francesco Arca ringrazia Silvia Toffanin

Dopo la messa in onda della sua intervista a Verissimo, Francesco Arca ha voluto ringraziare pubblicamente Silvia Toffanin per averlo messo nelle condizioni di aprirsi e raccontarle la sua vita, cosa che accadrebbe raramente data la sua difficoltà a esporre i suoi sentimenti di fronte alle telecamere: “Grazie per avermi dato la possibilità di emozionarmi ed aprirmi. Cosa rara”.

Grazie per avermi dato la possibilità di emozionarmi ed aprirmi . Cosa rara. @verissimotv

A post shared by Francesco Arca (@francescoarcaofficial) on