Gianfranco D’Aietti, giudice di Forum, finisce nell’occhio del ciclone per una domanda rivolta a Raffaele, 16enne il cui affido è conteso tra la madre e il padre. A rivolgersi al tribunale televisivo di Barbara Palombelli è Paolo che chiede al giudice l’affido esclusivo del figlio Raffaele perché contrario all’educazione impartitagli dalla madre. Sul profilo Twitter di Forum, la causa viene così presentata: “Un padre chiede l'affido esclusivo del figlio 16enne perché, secondo lui, la madre, sostenitrice della superiorità femminile, lo sta condizionando. Il padre non riconosce più un ragazzo che sa fare la spesa e tutte le faccende domestiche”.

Le motivazioni di Paolo: “La mia ex lo ha fatto diventare una femminuccia”

Sono infarcite di maschilismo le prime frasi che Paolo rivolge alla corte per motivare la richiesta di affido: “La mia ex moglie ha plagiato mio figlio, lo ha fatto diventare una femminuccia. Ieri sera c’è stata la partita Napoli-Juve, non si sapeva se si giocava. Mi aspettavo che mio figlio venisse da me, per chiedermi le cose da maschi, da tifosi, e invece lui stava sempre lì, distratto, a inneggiare la figura della donna. Lei sta manipolando mio figlio, ha 16 anni. A 16 anni sa cosa facevo io? Andavo a spiare le ragazze che si facevano la doccia”. Replica Filomena: “Sto insegnando a mio figlio come vanno trattate le donne. Non come il padre trattava la madre. Ion mio ex mi ha maltrattata, umiliata e mortificata per anni. Siamo stati sposati 12 anni e ho fatto la serve, la cuoca e la crocerossina”. Ma la donna viene interrotta dall’ex marito che, in tono perentorio, le ricorda come quello fosse "un suo dovere”.

La domanda del giudice di Forum a Raffaele

Ma la parte della causa diventata virale arriva poco dopo, quando il 16enne Raffaele compare di fronte al giudice D’Aietti per difendere l’educazione ricevuta dalla madre, insieme alla quale intende continuare a vivere. “Voglio rispondere all’accusa di mio padre, secondo cui sono effemminato, gay. Non sono gay, non ho fidanzate perché non mi sento ancora all’altezza di avere una donna accanto”, spiega Raffaele entrando per per primo nel merito della sua sessualità, cosa che ha messo il giudice nella condizione di approfondire meglio la questione. Ma la domanda posta al ragazzo è risultata essere discutibile nella forma e nella scelta dei termini: “Quindi fidanzatine non ne ha avute fino a adesso. Lei però ha tendenze normali, non fa outing, non ritiene di essere gay. No? Assolutamente” (qui il video).