La notizia dell'assenza di Fedez dalla prossima edizione di X Factor, quella che partirà ufficialmente a settembre del 2019 su Sky, era cosa data oramai per certa. Il rapper aveva già annunciato la sua diserzione a cavallo della conclusione dell'ultima edizione, vinta da Anastasio, nella quale Fedez, in qualità di giudice, ha conquistato il secondo gradino del podio con la concorrente Naomi. Dopo diversi anni da coach del talent show il rapper ha deciso di prendersi una pausa da questa esperienza, non escludendo il ritorno, ma sottolineando l'esigenza di un cambio di passo. Concetto ribadito anche nel classico question time coi fan nelle storie di Instagram, quando qualcuno gli ha chiesto proprio se avrebbe preso parte alla prossima edizione di X Factor:

No. Cinque anni consecutivi sono tanti (c'è chi dice troppi). Sono cambiate tante cose ed è difficile per me adattarmi. Sento il bisogno di chiudere un cerchio e dedicarmi alla mia famiglia.

Nuovi giudici di X Factor, il pronostico di Fedez

Ma se queste parole, da sole, non fanno molta notizia, ribadendo un concetto già espresso in passato, più interessante è quello che Fedez aggiunge dopo, quando qualcuno gli chiede un pronostico su quelli che saranno i giudici della prossima edizione: "Faccio una previsione di Nostradamus (tenetela a mente): sicuramente ci sarà un artista che ha sempre sputato merda sui talent (X Factor nello specifico) sia nei pezzi che nelle interviste. Che ha criticato me e gli altri giudici in diverse occasioni. Questo perché l'underground a volte (non sempre) è incoerenza e moralismo che si sposano con la frustrazione. Sarà l'anno in cui i nodi verranno al pettine insomma".

Perché il rapper ha lasciato X Factor?

Parole dure, che lasciano intendere due aspetti: il primo è che Fedez potrebbe già conoscere i papabili prossimi giudici di X Factor, il secondo è che questi nomi potrebbero aver contribuito a generare un divorzio tra il rapper e la produzione tutt'altro che dolce e consensuale. Al di là di un ciclo palesemente destinato a doversi concludere, per ovvie ragioni di tempo, qualche fattore esterno, ad esempio l'arrivo di un artista poco gradito sulla poltrona di giudice, potrebbe aver accelerato il processo di separazione.

Il caso delle canzoni di Fedez nelle playlist personali di Spotify

Intanto Fedez si gode i primati stabiliti su Spotify con il suo nuovo album "Paranoia Airnlines", uscito questa settimana e finito dritto al primo posto della classifica Fimi. Ma il rapper, come vi abbiamo raccontato nelle scorse ore, deve anche fare i conti con un piccolo fenomeno verificatosi nelle scorse ore su Spotify, con i suoi pezzi finiti in riproduzione casuale nelle playlist personali di alcuni utenti. Al momento non è ancora chiaro se si tratti di una mera casualità o problemi tecnici, ma lo stesso Fedez ha commentato l'accaduto relegando queste voci a semplici dicerie alimentate dalle case discografiche avversarie, nel tentativo di rovinargli il successo dell'album.