Fabrizio Corona senza veli questa mattina, ospite di Mattino Cinque per presentare il suo libro autobiografico "Non mi avete fatto niente". Federica Panicucci sa toccare le corde giuste e così il popolare ex re degli agenti fotografici si mette a nudo e si racconta, svelando succosi retroscena raccontati nel libro di recente pubblicazione.

Fabrizio Corona e il capitolo donne

L'inquieto Fabrizio Corona racconta tutte le sue donne: da Belen Rodriguez ad Asia Argento, fino a Silvia Provvedi e poi tutte le altre. Il momento più interessante è quello che Fabrizio Corona dedica a Belen Rodriguez, per lui la vera e unica donna della sua vita, nonostante abbia avuto Carlos con Nina Moric.

Chiederei a Dio di avere di nuovo quella vita con Belen, che non ho più avuto a causa del destino bastardo. L'ho detto più volte che in questi undici mesi che sono fuori sono andato a casa sua, mi sono incontrato con lei più volte, ci siamo visti come amici. Ho provato a baciarla? Ero ubriaco. È normale che c'è chi si chieda il perché non torniamo insieme. In questo momento proviamo entrambi bene l'uno per l'altro, ma siamo molto diversi. Perché dice no a un ritorno insieme? Perché lei è in un'altra direzione, anche lei deve risolvere problemi della sua vita, anche lei come me è molto tormentata.

Il testamento di Fabrizio Corona

All'interno dell'autobiografia c'è spazio per il suo testamento. Federica Panicucci gli chiede perché scrivere qualcosa di così macabro, Corona risponde così:

Io non so perché sono ancora vivo. La morte è un desiderio che ho sempre sentito, una morte da mito, magari sensazionale, un incidente o magari mentre faccio l'amore. Io vorrei un po' di soldi con me dentro la bara, trenta o quarantamila euro. Il testamento comunque dice quattro cose fondamentali:  1. Tutto quello che ho lo lascio a Carlos, lui lo sa.  2. Chiedo come i faraoni, di avere dei soldi nella bara. Perché non si sa nel passaggio da qui a lì se ce n'è bisogno.  3. La mia bellezza, il mio cervello, la mia intelligenza non posso lasciarla a nessuno.  4. Il mio cuore lo lascio all'ultima donna che ho amato, che è stata Belen.