Ci risiamo con la solita storia e il solito tormentone che non fa dormire sonni tranquilli in casa Fazio. Il conduttore di "Che tempo che fa" è di nuovo al centro del gossip televisivo, come ormai ogni primavera, in riferimento alla presunta cancellazione dal palinsesto autunnale di Rai1, del suo "Che tempo che fa". Il rumors è firmato "Spot and Web", ripreso da Affari Italiani e rilanciato da Dagospia.

Così "secondo i bene informati", scrive il blog, Fabio Fazio sarebbe già escluso dalla prossima stagione di Rai1 per fare ritorno con il suo "Che Tempo che Fa" su Rai3, dopo due stagioni sulla prima rete del servizio pubblico. Ma sono state due stagioni di grande successo per Rai1, come ha ricordato in un tweet di poche ore fa la casa di produzione del conduttore: "Che tempo che fa è il programma più visto 26 serate su 32 e in questa stagione 25 su 26!". Un tweet che è apparso con una venatura polemica, ma che è stato pubblicato per fare gli auguri di buona Pasqua al pubblico e dare loro appuntamento al 28 aprile, ancora una volta su Rai1.

Secondo fonti vicine a Viale Mazzini, apprendiamo che Fabio Fazio non si sposterà da Rai1 per la prossima stagione. Il conduttore sarebbe ancora una volta vittima di una strumentalizzazione politica (a trazione leghista). Il conduttore ha un contratto fino al 2021 per lavorare al suo progetto con Rai1, a costi specifici che sono già prefissati e "tarati" per la prima rete. È fuorviante anche la teoria che vede "Che tempo che fa" spostato su Rai3 perché non avrebbe convinto gli inserzionisti, perché da contratto vi è una tolleranza del 5% di share su un obiettivo del 18%. Attualmente, la media è sopra al 14%. È molto probabile, quindi, a meno di incredibili risultati negativi, che l'assenza di "Che tempo che fa" dagli appunti del palinsesto autunnale della prossima stagione di Rai1 sia solo una dimenticanza. Una di quelle ad hoc per creare un po' di rumore. Ma a giugno, superata la tensione per le elezioni europee, la casella per Fabio Fazio dovrebbe riapparire, come per magia.