Fabio Fazio ha aperto la puntata di ‘Che tempo che fa‘, in onda domenica 29 marzo, con un commento alle parole pronunciate da Papa Francesco venerdì scorso, in occasione della benedizione Urbi et Orbi. Poi, il conduttore ha invitato a usare questo momento di solitudine per guardarsi dentro e, magari, mettere fine al cinismo e al desiderio di trarre profitto dall'emergenza Coronavirus.

La riflessione sulle parole di Papa Francesco

Alle spalle di Fabio Fazio spiccava la foto di Piazza San Pietro deserta nel giorno della benedizione di Papa Francesco. Il conduttore ha commentato: "Questa fotografia di Piazza San Pietro di venerdì sera rimarrà nella storia e nella nostra memoria per sempre. Questa piazza vuota, nella quale in realtà c'era l'umanità di ogni tempo. Tutte le paure, tutte le speranze, ma al tempo stesso c'era la solitudine che ognuno di noi sta conoscendo e con la quale potremmo probabilmente guardare in noi stessi per scoprire che quello che ha detto Papa Francesco è straordinariamente giusto ed efficace". Quindi ha ripetuto una frase della preghiera di Papa Francesco: "Abbiamo proseguito imperterriti pensando di rimanere sempre sani in un mondo malato", come se fossimo cosa diversa dalla Terra e dal pianeta che ci ospita".

L'invito a mettere da parte il cinismo

Fabio Fazio, infine, ha invitato tutti ad approfittare di questo silenzio per farsi un esame di coscienza, accantonare il cinismo e il desiderio di trarre profitto da questa tragedia: "Ecco, guardare in noi stessi sarebbe l'occasione per approfittare di questo silenzio e per esempio, scoprire il valore della competenza e mettere da parte ogni cinismo, anche quello di chi in questi giorni incredibilmente sta pensando al profitto, a dove si può guardare per trovare profitto in questa drammatica situazione".