652 CONDIVISIONI
5 Agosto 2021
17:55

Perché, dopo una stagione d’oro, Enrico Varriale è fuori dai vertici di Rai Sport

La decisione di defenestrare Enrico Varriale dalla vicedirezione di Rai Sport davvero la si deve attribuire al nuovo vertice dell’Azienda radiotelevisiva? O più semplicemente alla volontà del direttore Auro Bulbarelli, con cui Varriale non aveva da tempo buoni rapporti? Storia di una scelta destinata a non passare sotto silenzio.
A cura di Ciro Pellegrino
652 CONDIVISIONI

Il sorprendente taglio di Enrico Varriale dalla vicedirezione di Rai Sport è davvero opera della nuova dirigenza Rai? Davvero l'ad Carlo Fuortes e la presidente Marinella Soldi come primo atto hanno pensato proprio a sfoltire la redazione sportiva di un solo elemento, il volto delle "notti magiche" degli Europei di Londra? Come sempre, in Rai quel che appare spesso non è o è tale solo in parte.

Dunque, ad un ascolto più attento delle storie che circolano intorno la clamorosa decisione agostana, il nome che ricorre è sempre lo stesso: quello di Auro Bulbarelli. Al direttore di Rai Sport va attribuita la decisione del taglio di uno dei tre vicedirettori in scadenza; i nuovi vertici di viale Mazzini hanno solo preso atto e controfirmato.

Una decisione del genere è prerogativa di un direttore di testata. Perché, dunque, la storia è così strana? Basta mettere in fila alcuni elementi per capire che ‘defenestrazione' del giornalista napoletano è destinata a non passare sotto silenzio. Varriale fino a fine luglio ha preso parte alle affollate (seppur in videocall) riunioni di area per tracciare il prospetto dei nuovi programmi sportivi di mamma Rai per la prossima stagione. Quella di tagliarlo fuori non è una decisione di prospettiva, visto che pure l'incarico di Bulbarelli scade a ottobre. Rai Sport ha oggi un ufficio centrale ridotto all'osso: c'erano sei vice direttori, ne sono rimasti due:  Marco Civoli (delega al calcio) e Alessandra De Stefano, entrambi rinnovati di un anno.

Dunque dove vanno ricercate le ragioni profonde dello strappo agostano, in un anno peraltro ‘da leone' per la Rai del calcio? Sicuramente nella diversa visione del lavoro tra Bulbarelli e Varriale, quest'ultimo fra l'altro grande sponsor del calcio femminile sulla seconda Rete (col decisivo apporto di Carlo Freccero, all'epoca) e di presenze come quella dell'allenatrice Milena Bertolini, oggi ospite fissa a Novantesimo Minuto.

Fonti nella dirigenza della Rai discorrendo con Fanpage.it attribuiscono a Varriale il merito di aver ricostruito un rapporto con la Figc, ereditato all'epoca ai minimi termini. Bulbarelli invece, nell'ultima fase degli Europei, non ha avuto un rapporto facile nemmeno con l'ex calciatore Claudio Marchisio, da oggi volto di Amazon, brillante commentatore delle vittorie italiane e poi purtroppo – come Varriale – non presente alla finalissima causa protocollo Covid19.

E l'ipotesi del taglio di Varriale per contenere i costi, pur paventata in queste ore? Lascia il tempo che trova. Motivo? Enrico Varriale da contratto, ha infatti diritto di ottenere entro quaranta giorni dall'azienda radiotelevisiva di Stato almeno 3 proposte adeguate al suo ruolo e alle sue competenze.

652 CONDIVISIONI
Enrico Varriale non è più vicedirettore di RaiSport, primo taglio della nuova dirigenza Rai
Enrico Varriale non è più vicedirettore di RaiSport, primo taglio della nuova dirigenza Rai
999 di Videonews
Enrico Varriale perde anche Novantesimo Minuto: "Sarà sostituito"
Enrico Varriale perde anche Novantesimo Minuto: "Sarà sostituito"
Enrico Varriale e i momenti cult in Tv, dalla lite con Zenga al rimprovero di Mazzone
Enrico Varriale e i momenti cult in Tv, dalla lite con Zenga al rimprovero di Mazzone
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni