Enrico Montesano ospite a Live – Non è la D'Urso nella puntata del 18 ottobre è tornato su quanto accaduto alla manifestazione per Chico Forti, dove si è messo a urlare contro gli agenti che lo avevano fermato perché non indossava la mascherina. A Barbara D'Urso ha spiegato: "Penso che il sale della democrazia sia la critica e la libertà di parola. Qui mi sembra invece che abbiano voluto far passare per cattivo, un uomo che non la pensa come la vulgata generale". 

Le parole di Enrico Montesano

C'era in studio anche il professor Fabrizio Ernesto Pregliasco è l’attuale Direttore Sanitario dell’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano e Consigliere del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro (CNEL) e Membro del Consiglio Nazionale del Terzo Settore al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di Roma. Il professore ha bacchettato Enrico Montesano per la sua uscita: "Non ha dato un bel segnale". Montesano però ha voluto spiegare:

Questo è un tranello che mi è stato fatto perché io ho fatto le dichiarazioni in cui mantenendo le distanze all'aperto, posso evitare la mascherina. Io ci credo al virus. Io ero lì per Chico Forti, ci vado da sempre. E vogliamo che Chico possa scontare la pena in Italia. E c'è stato un signore che con la telecamera mi seguiva come un segugio, mi faceva domande su Trump, domande tendenziose. Il filmato è stato montato ad hoc. A un certo punto, questo poliziotto in borghese mi ferma: "Ma cosa mi combina, io sono un suo tifoso e ho visto tutti i suoi film". Ci fermiamo a parlare e lui voleva elevarmi una sanzione. E io gli ho elencato tutte le infrazioni che lui faceva elevandomi la sanzione.

Poi la chiosa: "Penso che il sale della democrazia sia la critica e la libertà di parola. Qui mi sembra invece che abbiano voluto far passare per cattivo, un uomo che non la pensa come la vulgata generale".